Home / Emilia Romagna / Bologna con bambini: museo della storia

Bologna con bambini: museo della storia

“Bologna è una vecchia signora…”
Se lo pensate anche voi come il grande Guccini, dopo aver visitato il Museo della Storia di Palazzo Pepoli, inaugurato nel 2012, vi stupirete invece della sua modernità.
Questo edificio del XIV secolo è la sede di un museo innovativo dedicato alla storia della città di Bologna e fa parte del progetto nato nel 2003: Genus Bononiae – Musei nella Città.

Si tratta di “un percorso  urbano che utilizza le strade di Bologna come corridoi e i palazzi e le chiese come sale, inserendosi nella struttura istituzionale già esistente, così da prevedere un pieno collegamento con altri musei, pinacoteche, realtà culturali, economiche e sociali che animano la comunità locale.”
Dimenticate il solito noioso museo con pannelli statici, reperti, oggetti antichi e iscrizioni microscopiche che non legge nessuno, perché il Museo della storia è diverso e proprio per questo è adatto a chi si trova a Bologna con bambini.

Bologna con bambini museo della storia passaggio multimediale

Mio figlio di 11 anni ne è uscito entusiasta.

Nello splendido palazzo medievale restaurato e allestito dagli architetti Bellini e Lupi, la storia della città viene raccontata con tecniche moderne e interattive, tanto che la visita diventa un’esperienza emozionante anche per i più piccoli. Certo non parliamo di bambini della materna, ma sicuramente consigliato a quelli della scuola primaria, tra l’altro non è consentito l’ingresso con i passeggini.

 tombe etrusche al Museo della storia di Bologna

Al piano terra fino al 19 aprile si può visitare la mostra sugli etruschi “Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l’aldilà tra capolavori e realtà virtuale.”
Ci sono gli affreschi di una tomba dipinta di Tarquinia, reperti di provenienza funeraria e alcuni capolavori, come il sarcofago degli sposi”, che non potendo essere trasportati, sono stati riprodotti con sofisticate tecniche multimediali.

Molte le esperienze che lasceranno i bambini a bocca aperta, dalla ricostruzione di una necropoli etrusca nella stanza dalla luce blu al piano terra, al pavimento che si illumina e si anima al vostro passaggio mostrando sanpietrini, iscrizioni con tanto di rumori di sottofondo al primo piano.  Dall’ambientazione video per scoprire il sistema idraulico artificiale della città al fantastico cartone animato in 3D che vi permetterà di viaggiare nel tempo e nello spazio accompagnati dal simpaticissimo Apa.

strada grande

Il piccolo etrusco non solo vi conquisterà per il suo faccione  allegro, ma anche per l’emozione nel risentire la voce del cantautore Lucio Dalla. Mentre la cugina dall’accento romanesco, Ati, ha la voce di Sabrina Ferilli.
Come tutti i musei che si rispettino ci sono anche un caffè che si affaccia sulla corte interna con la torre di vetro e un piccolo negozio con giochi e articoli di cartoleria, oltre ad un comodo ripostiglio con armadietti per lasciare zaini e cappotti.
Naturalmente nei fine settimana vengono poi organizzati laboratori e apposite attività per famiglie, tutti gli eventi e gli orari di apertura li trovate su www.genusbononiae.it o scrivete a msb@genusbononiae.it.
Utile sapere che gli adulti pagano solo 8 euro e i bambini non pagano.
Il Museo si trova a Palazzo Pepoli in Via Castiglione 8.

 

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

Castello Estense di Ferrara

Cosa vedere a Ferrara con i bambini

Ospitiamo sempre con piacere i post di chi viaggia con la famiglia e vuole condividere …

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...