Home / Eventi per famiglie / Carnevale / Il Carnevale di Ascoli Piceno 2017

Il Carnevale di Ascoli Piceno 2017

Il Carnevale di Ascoli Piceno è una cosa molto seria, forse anche più seria dell’oliva all’ascolana.
Non è il più vecchio d’Italia, non è il più blasonato e non è il più ricco, ma di certo è il più irriverente, il più dissacrante e il più satirico e quindi, andandoci non aspettatevi maschere tradizionali o sfilate di carri.
ascoli-piceno-carnevale

Lo spirito di questo carnevale interclassista e intergenerazionale è rappresentato dalle scenette, vere e proprie riproduzioni goliardiche, sempre ironiche e pungenti di fatti e personaggi noti alle cronache nazionali o locali.

Niente e nessuno è al riparo dalla dissacrante ironia degli ascolani. Prova ne è che quest’anno la nevicata eccezionale, le cavallette e il terremoto sono i temi ricorrenti di questo spettacolo gratuito e aperto a tutti che ogni anno va in scena nelle piazze e nei vicoli del centro. Gli ascolani hanno così fatto il verso anche alle forze della natura, per esorcizzare, una volta per tutte la paura del sisma.

scenetta-del-carnevale-di-ascoli-piceno-2017

Terremotati in barattolo al carnevale di Ascoli Piceno 2017

cavallette-al-carnevale-di-ascoli-piceno

le-cavallette-al-carnevale-di-ascoli-piceno

cannes al carnevale di Ascoli Piceno

Scenetta del Carnevale di Ascoli Piceno

guerre-stellari-al-carnevale-di-ascoli-piceno

Ma come accade per ogni manifestazione che si svolge ad Ascoli Piceno, la grande protagonista è sempre la bella città marchigiana che col suo impianto medievale sembra fatta apposta per incontrarsi e fare festa. Molto azzeccato risulta lo slogan del carnevale “Una città in maschera ti aspetta…”. La gente festante confluisce in Piazza del Popolo abbellita per l’occasione e illuminata con veri e propri lampadari che ne fanno un salone a cielo aperto. E’ qui che in gruppo o da soli, si mette in scena la propria recita in costume e il personale sberleffo alla società. Lo sfottò, a volte garbato e a volte pungente, è molto spesso reso più diretto dall’uso del dialetto perché il tema della scenetta è sempre dichiarato come potete vedere dalle foto.

Siete ancora in tempo per andare martedì alla grande festa finale. Il divertimento è assicurato per grandi e piccini!

Piazza del Popolo di Ascoli Piceno

piazza-arringo-al-carnevale-di-ascoli-piceno

Da sapere per andare al Carnevale di Ascoli Piceno

Un consiglio che mi sento di dare alle famiglie con bambini è quello di andare per ora di pranzo o subito dopo perché dalle 15 in poi l’affollamento rende difficile trovare parcheggio e si formano lunghe file per entrare ad Ascoli Piceno. Oggi noi abbiamo fatto la scelta azzeccata di arrivare ad Ascoli per le 13 e ripartire intorno alle 17.30 quando le piazze cominciavano davvero ad essere strapiene di gente ed era diventato difficile camminare con i bimbi. Non avrete problemi per trovare da mangiare in giro tra cartocci di olive all’ascolana, cremini e la gustosa cacciannanze*.
Se non volete impazzire a cercare parcheggio vi consiglio l’uscita Piceno Centro della superstrada Ascoli-mare e il parcheggio a pagamento Torricella in Via di Porta Torricella n°7 dal quale con l’ascensore si arriva in pochi minuti dietro Piazza Arringo.

Alle 13 Piazza del Popolo era poco affollata e i bambini giocavano liberamente cosa veramente impossibile solo tre ore dopo, anche se la maggior parte delle scenette si vedono dalle ore 16 in poi.

carnevale-di-ascoli-piceno-2017-piazza-del-popolo

piazza-del-polo-al-carnevale-di-ascoli-piceno

*la cacciannanze è una specie di focaccia fatta con la pasta del pane che si chiama così perché essendo più sottile deve essere tirata fuori dal forno prima del pane e oggi ce lo ha spiegato un amico di Ascoli Piceno il perché del suo nome.

 

About Paolo Merlini

Merlini è uno che entra nelle autostazioni come un pellegrino nella cattedrale di Compostela attendendo la benedizione. Come e meglio di Benigni, potrebbe mandare a memoria tutte le sigle delle aziende di trasporto pubblico, dall’Autostradale alla Zani Viaggi, con gli occhi chiusi e con le mani legate, compresi i relativi indirizzi web

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...