Home / Musei per bambini / La Casa del cioccolato di Perugia

La Casa del cioccolato di Perugia

Musei di scienza, di storia naturale, d’arte spiegata ai bambini, di dinosauri e di tecnologia, perfino dell’acqua… ma il più dolce di tutti è senza dubbio quello dedicato alla cioccolata.
Una visita gustosa perché non si guarda soltanto, ma si assaggia e i cioccolatini appena fatti ti lasciano stordito che neanche se avessi bevuto ti sentiresti tanto ebbro e appagato.

Confesso che la visita ad Eurochocolate è stata faticosa per le lunghe file e il caldo, mentre quella alla Casa del Cioccolato di Perugia ce la siamo goduta fino in fondo tutti e quattro.
Se visitate Eurochocolate, o state progettando una gita in Umbria, includete questo museo nel programma, non ve ne pentirete. Noi  eravamo un po’ prevenuti visto che c’era un’azienda di mezzo, invece ci siamo dovuti ricredere.

Come si fa per visitare la Casa del Cioccolato di Perugia

Innanzitutto è consigliabile prenotare, in alcuni periodi diventa obbligatorio. Si può fare online sul sito della Perugina oppure al numero verde 800800907 lasciando nome, numero di telefono ed email per la conferma.
All’ora fissata ci si presenta allo stabilimento della Perugina in Via San Sisto 207/C in località San Sisto, che si trova a circa 7 km dal capolinea del minimetrò Pian di Massiano e 10 minuti di auto dalla stazione ferroviaria. Questa volta l’automobile è necessaria e c’è un grande parcheggio molto comodo.
Se venite dall’autostrada l’uscita è Madonna Alta dove all’ingresso si fanno i biglietti.

Costo: 9 euro per gli adulti, 7 euro per i ragazzi dai 13 ai 17 anni e 4 euro per i bambini dai 6 ai 12 anni. Sotto a 5 anni e disabili gratis.

Aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30. Il sabato dalle 10.00 alle 16.00 (il sabato è chiuso nei mesi di gennaio, febbraio, giugno, settembre).

 

Al telefono ci avevano detto che la visita durava 1 ora e 15 invece la nostra è stata di circa 2 ore ma nel periodo di Eurochocolate c’è sicuramente più affluenza.

cioccolato

Come si svolge la visita alla Casa del cioccolato di Perugia

Si inizia con le foto di rito vicino alla scatola dei baci gigante, le firme e un labirinto da risolvere, per il quale si riceve in premio un bacio… di cioccolata ovviamente!

Dopodiché si passa al tendone con i maestri cioccolatieri della Scuola del Cioccolato per una dimostrazione di come si preparano i cioccolatini ripieni con il primo assaggio delle delizie preparate.
La scuola organizza corsi aperti a tutti e mio figlio, pasticcere in erba, sogna sempre di poter partecipare. Purtroppo noi siamo un po’ lontani da Perugia, ma è sicuramente una bella idea regalo per chi si diletta a preparare dolcetti e cioccolatini in casa.

museo storico alla casa cioccolato di Perugia

 

Museo del cioccolato di Perugia

Subito dopo una sosta per gustare altri prodotti di cioccolato, abbiamo assistito alla proiezione di un filmato che ha catturato l’attenzione massima dei miei bambini, stranamente molto interessati alle fasi di produzione e lavorazione del cioccolato. Sarà perché solo a guardarlo preparare viene l’acquolina in bocca?
A questo punto si entra nel Museo storico del cioccolato, la sala dove sono conservati confezioni, manifesti, stampi, caroselli e foto che raccontano la storia della Perugina e la creazione dei suoi prodotti più famosi compresa la ricostruzione del Bacio gigante entrato nei Guinness dei primati.

bacio gigante alla casa del cioccolato di Perugia

Prima di entrare nel tunnel a vetro che attraversa la fabbrica per vedere dall’alto la linea produttiva del bacio, ci si ferma per l’ultima degustazione di cioccolatini freschi e vi assicuro che la differenza da quelli che compriamo confezionati si sente. Il tutto sempre accompagnati da una guida che spiega e risponde alle domande del gruppo.
E’ severamente vietato fare fotografie all’interno della fabbrica della Perugina cioè quando si attraversa la passerella che transita sopra ai vari reparti produttivi. Ecco perché non troverete foto della fase di produzione dei cioccolatini nell’articolo, ma vi assicuro che questa parte della visita non è affatto noiosa. Il fatto poi di camminare nei tunnel al di sopra delle linee produttive è molto divertente, sembra proprio di stare dentro al film la Fabbrica del Cioccolato.
Naturalmente non potete andare via prima di aver fatto un po’ di shopping nello spaccio aziendale.
Ci tengo a dire che questo post non è sponsorizzato dalla Perugina, come potete vedere anche dal fatto che non c’è nessun tag collaborazioni. Quindi se vi consiglio di portare i vostri bambini alla Casa del Cioccolato di Perugia è semplicemente perché sono sicura che si divertiranno un mondo e piacerà anche a voi se siete golosi come noi di cioccolato!

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta.
La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

Ercolino del Lombrico Felice

Weekend in Umbria con bambini dove andare (seconda parte)

Se state cercando un’idea per un weekend in Umbria con i bambini, vi consiglio di …

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

3 comments

  1. Mai stato allo Stabilimento Perugina di San Sisto.

  2. Golosissimo