Home / Le nostre dritte / Come fare le valigie per tutta la famiglia

Come fare le valigie per tutta la famiglia

Si avvicinano le vacanze estive e siamo elettrizzati all’idea di partire, un po’ meno a quella di preparare le valigie. Una gran scocciatura per tutti, anche per chi come noi viaggia spesso.
Se non avete un piano preciso su come fare le valigie con i bambini e improvvisate mettendo dentro quello che capita, rischiate di viaggiare con più bagagli di Paris Hilton.

Visto che poi, non avete assistenti personali che ve li portano come lei, direi che è meglio ridurre al minimo la dimensione e il peso.
Donne siete avvisate: le valigie troppo ingombranti in vacanza sono motivo di divorzio.

Che poi mi chiedo perché questa incombenza tocchi sempre alle mamme, apro una petizione affinché le valigie le facciano i papà. Non è detto che non siano più bravi di noi.
Paolo ad esempio parte per una settimana con una borsetta che noi potremmo usare per andare a fare la spesa.
In ogni caso ho appreso molto da lui e viaggiando con i mezzi pubblici con i bimbi è stato necessario da subito limitare al massimo i bagagli. D’altra parte a mio marito toccava portarli perchè io ero occupata a tenere per mano il maggiore e spingere il passeggino del piccoletto.
Forse la nostra esperienza potrà essere utile a chi inizia ora a viaggiare con la famiglia.

come fare le valigie

 

Le nostre dritte su come fare le valigie con i bambini

1) preparare una lista scritta con quello che pensate sia indispensabile per tutta la famiglia, oltre al normale vestiario, e che rischiate di dimenticare a casa. Cancellate ogni cosa man a mano che la mettete dentro.
Ecco un esempio di lista di base:

  • spazzolino
  • dentifricio
  • ciabattine (portate quelle di gomma che possono essere usate sia al mare che in piscina)
  • pigiama
  • forbicine
  • spazzola
  • costumi e teli da mare
  • occhialini da piscina
  • crema solare
  • cappellini
  • occhiali da sole
  • cintura per i pantaloni
  • apparecchio per i denti
  • pannolini
  • salviettine
  • biberon
  • ciuccio
  • ombrello pieghevole
  • borracce
  • scarpe da montagna
  • giubbetti impermeabili o k-way
  • giochini e libricini per il viaggio
  • calzini antiscivolo se andate in un family hotel con area giochi
  • mollette da bucato
  • cerotti
  • medicine di base (termometro, tachipirina, fermenti lattici, soluzione fisiologica e bentelan solo se i bimbi sono piccoli).Apriamo la parentesi medicine: la tachipirina e il termometro se li infili in valigia non ti serviranno di sicuro, ma se li lasci a casa ti porteranno sfiga e ti ritroverai alle tre di notte a mandare tuo marito alla farmacia di turno in taxi perché il bimbo ha un febbrone da cavallo e in hotel non hanno termometri.
    Tutto questo già provato per voi e il taxi ci è costato quanto una notte in albergo, visto che la farmacia di turno era nel paese vicino!
    Seconda parentesi: io non porto mai asciugamani, bagnoschiuma, shampoo e cuffie per la doccia che oramai si trovano in tutti gli hotel e B&B. Ricordate di portarli se andate in ostello perché lì gli asciugamani non sempre vengono forniti o lo sono a pagamento.

2) mettete i vestiti e gli oggetti della lista sul letto della camera dei bambini se state facendo la loro valigia, così avrete tutto a portata di mano. Piegate i pantaloni e le bermuda a metà, arrotolate le magliette come un salsicciotto molto stretto, fate palline di mutande, canottiere e calzini così saranno più comode da infilare negli spazi piccoli.

Se siete in vena di precisione, mettete la carta di giornale all’interno per non farle spiegazzare, come fa la mamma di Daniela Zepponi del blog C’era una mamma.
La devo ringraziare perché mi ha dato lei l’idea per questo post sul treno, mentre tornavamo dal #Mammacheblog.

come fare bene la valigia dei bambini

3) io preferisco imbustare le magliette e la biancheria intima perché negli hotel e negli ostelli se l’armadio non è il massimo della pulizia le lascio nei sacchetti. Uno per ogni bambino per non fare confusione con la biancheria e per loro utilizzo i sacchetti piccoli per congelare che costano meno di quelli per i vestiti dei grandi (li riutilizzo più volte, al ritorno li metto da parte in un cassetto).

 4) se state via molto tempo portate solo il cambio biancheria per la metà dei giorni, potete lavare tranquillamente a mano con il bagnoschiuma mutandine, canottiere, calzini e magliette. Quando partiamo per 10 giorni noi portiamo il necessario per 5 giorni e poi la sera del 4° giorno dedico un’oretta a fare il bucato, stendo tutto sul balcone o al limite nel bagno. Male che vada un’asciugata con il phon per togliere l’umido la mattina dopo e sono pronti da indossare. Ricordatevi di non strizzare le magliette altrimenti sembreranno carta straccia. Portate qualche molletta da bucato per stendere e se il filo non c’è vi potete arrangiare con le sedie del balcone o con il tubo della doccia.

5) le scarpe vanno messe una contro l’altra come nella seconda foto e riempite con le palline di calzini in modo da occupare uno spazio altrimenti inutilizzato, quindi infilatele nelle buste (io non le compro, uso quelle di stoffa delle borse). Un paio solo a persona sarà sufficiente, magari quelle che resistono alla pioggia in valigia e quelle più leggere ai piedi.

calzini dentro alle scarpe

scarpe nelle buste per fare le valigie

6) per formare gli strati mettete sotto le scarpe e le ciabattine, poi biancheria, pigiamini, magliette arrotolate, quindi pantaloncini corti e per ultimi i pantaloni lunghi ed eventuali camicie. A meno che non siate invitate a chissà quale evento elegante io eviterei di portarle perché si acciaccano troppo e occupano più spazio delle magliette (idem per le polo con il colletto).

7) un’idea in più è quella di fare un trolley solo con le scarpe, i necessaire e gli oggetti con volumi strani in modo da mettere i vestiti tutti insieme. Io mi adeguo a seconda della meta e della durata del viaggio. Spesso faccio un unico trolley grande con i vestiti di tutta la famiglia e uno con le scarpe, altrimenti un trolley per i bambini e uno per noi adulti con le relative scarpe.

secondo strato pantaloni corti

terzo strato i pantaloni lunghi

8) se i bambini sono abbastanza grandi per portarlo, utile dotarli di un piccolo zaino con un cambio di emergenza, giochini, acqua e panini per loro. Tra l’altro lo zaino servirà per le escursioni in montagna o per contenere costumi e telo spiaggia per chi va al mare.

9) sul tipo di valigia diciamo che noi preferiamo i trolley perché hanno le ruote, ma se viaggiate in auto può essere più comodo utilizzare i borsoni morbidi che si adattano meglio al portabagagli. Un’alternativa sono gli zaini che consiglio solo a chi viaggia in coppia, perché un papà non può certo portare in spalla gli zaini di tutta la famiglia!

10) infine vogliamo parlare di cosa non portare in vacanza? Abiti da città al mare e poi direi tacchi alti e sandali in montagna anche no. Mi è capitato di vedere una signora con i sandali con la zeppa all’Alpe di Siusi e devo dire che mi ha fatto molta tenerezza perché la sera deve aver sofferto parecchio al rientro in hotel. Siate pratici almeno in vacanza, il motto è sempre “godersela” e per farlo bisogna stare comodi.

Se avete altre dritte su come fare le valigie con i bambini, le aspettiamo nei commenti.

 

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

Olio per bambini Silvestri Rosina

Specialità marchigiane: olio per bambini “a me mi piace”!

Nelle Marche, dove vivo io, l’olio extravergine d’oliva è una cosa seria. Molti nel Piceno …

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

4 comments

  1. Firmo e sottoscrivo tutto! 😉 Se può essere utile, io ho alleggerito anche

    • italiaconibimbi.it

      Ci interessa, come hai fatto ad alleggerire? Hai qualche trucchetto?

      • Giorni Rubati

        Sì! Ho lasciato il commento a metà? Sono proprio imbranata! Dicevo…il trucco sta tutto nel tessuto di cui è fatta la borsa: quello delle vele nautiche! Una volta le regalavano i negozianti di vestiti! Ora si trovano on-line sono leggerissime, resistenti, impermeabili. Non c’è zaino o trolley che regga il confronto quanto a peso! L’ho scritto sul mio articolo sul blog #ilmiobagaglioper Valencia! Tutto qui! 😉

        • italiaconibimbi.it

          Grazie, ottimo consiglio, sono andata a vedere il tuo articolo e in effetti credo che siano in assoluto le più leggere in commercio.