Home / Europa con i bimbi / Germania / Monaco con bambini prima parte

Monaco con bambini prima parte

Se la Germania fosse una casa, Monaco di Baviera sarebbe la porta d’ingresso.
Monaco per noi è stato il punto di partenza del nostro viaggio attraverso Germania e Austria.
Appena arrivati alla moderna e funzionale stazione centrale, ci siamo sentiti subito ben accolti da questa grande città (1.388.000 abitanti).
L’Hauptbahnhof è uno degli snodi più importanti di tutto il sistema di mobilità pubblica integrata cittadina, infatti ti rendi conto subito che da lì puoi andare ovunque grazie alle linee della metropolitana (U-Bahn), metropolitana di superficie (S-Bahn), tram e autobus.

Con la MünchenCityTourCard per gruppi, valida per un massimo di 5 persone, avrete libero accesso a tutti i mezzi pubblici per il tempo prescelto (le tariffe variano dai 17,90 euro per 1 giorno, ai 39,90 euro per 4 giorni).
La nostra esplorazione cittadina non poteva che iniziare da Marienplatz, famosa per l’orologio a carillon, che domina la piazza dalla facciata in stile neogotico del Nuovo Municipio (Neues Rathaus). Ogni giorno alle 11, alle 12 e, da marzo a ottobre, anche alle 17, tanti sono i turisti e i bambini che affollano la piazza per assistere alla sfilata delle marionette in rame smaltato.
A pochi metri si trova anche il Duomo, la Frauenkirche, che piacerà ai bambini non tanto per le sue altissime torri gemelle, ma piuttosto per il percorso sull’acqua che si trova davanti all’ingresso.
I genitori potranno assaggiare l’autentica cucina bavarese nella birreria Augustiner Klosterwirt adiacente alla fontana. Secondo la nostra esperienza una delle migliori in città.

Non poteva mancare una passeggiata nell’ampia isola pedonale Kaufinger Strasse che poi diventa Neuhauser Strasse fino a Karlsplatz, considerata la lunga via dello shopping con tanti ristoranti, birrerie e caffè storici. Al centro della piazza c’è una fontana con i giochi d’acqua dove i bambini si divertono come pazzi a correre tra gli schizzi e con un po’ di impegno riescono anche a bagnarsi completamente.

Ci sarebbero palazzi, chiese, musei e pinacoteche da visitare nel centro città ma non sono i posti ideali dove portare dei bambini, quindi noi abbiamo preferito tralasciarli e vi guideremo invece alla scoperta di tutto quello che Monaco di Baviera offre per le famiglie.
Ecco un piccolo vademecum di cose da fare durante il vostro soggiorno a Monaco con bambini che poi prosegue nel secondo articolo dedicato a Monaco:

1) Deutsches Museum

Il museo della scienza per eccellenza, con più di 100 anni di storia, è quello che ha fatto da precursore a tutti gli altri, che ora saranno anche più sofisticati, più tecnologici, più appariscenti ma non riusciranno mai ad eguagliare la ricchezza di capolavori della tecnologia e di esperienze che si possono fare qui. Da sapere che è veramente enorme (50 aree espositive su circa 50.000 mq.) e richiede una giornata intera per visitarlo, anche se non tutto è apprezzabile dai bambini più piccoli. Mi verrebbe da dire che dai 10 anni in su è l’ideale, ma non sarebbe del tutto vero perché mio figlio di 7 anni si è divertito moltissimo e ha sperimentato a modo suo tutto quello che incontrava.
Inoltre al piano seminterrato c’è il Kinderreich dove si gioca e ci si scatena letteralmente con l’acqua, il camion dei pompieri, il mulino, la sala della musica con strumenti giganti insonorizzata, il tappeto con le costruzioni in legno per i piccolissimi.

Ai miei sono piaciuti molto anche le navi e gli aeroplani dove puoi salire, l’area dedicata all’esplorazione spaziale e agli astronauti, il pendolo di Foucault, le barchette sull’acqua, i plastici con i trenini (dimostrazioni alle ore 11, 14 e 16). Purtroppo quest’estate sia la miniera che la parte sull’ingegneria idraulica erano chiuse per restauro, ma io le ricordo interessanti perché ci sono stata da ragazzina con i miei genitori. Davvero emozionante è stato tornare in un museo come questo dopo tanti anni con i miei figli e poter condividere con loro i miei ricordi.

Utile sapere che:
– Si trova nei pressi della fermata della metro Isartor  che segue quella di Marienplatz sulle linee  s1, s2, s3, s4, s6, s7, s8 (attenzione da non confondere con la sede distaccata dei trasporti che si trova alla fermata Schwanthaler-Hohe e si chiama Deutsches Museum Verkehszentrum)
– E’ aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17.
– Ci sono piccoli chioschi dove acquistare snack lungo il percorso, ma solo al primo piano c’è un ristorante self-service (se prendete il wurstel chiedetelo senza salsa per i bambini perché è molto piccante) .
– Non ci sono spiegazioni in italiano e spesso neanche in inglese, quindi non tutto si riesce a capire e a spiegare ai bambini.
– Biglietto famiglia = 23 euro  per 2 adulti + 2 bambini fino a 15 anni mentre quelli sotto i 6 anni entrano gratis.
– Tutte le informazioni sul Sito del Museo in tedesco o in inglese, ma da cui è possibile scaricare un pdf riassuntivo in italiano

 

2) Hellabrunn Tierpark

Sempre dal centro città e precisamente da MarienPlatz con l’autobus n°52 è facilmente raggiungibile anche lo zoo di Monaco. Si scende alla fermata Tierpark, sono circa 20 minuti. Se vi state chiedendo se vale davvero la pena andare a vedere lo zoo con tutto quello che c’è da fare a Monaco con bambini, io vi garantisco di si.
E’ davvero uno dei più grandi e meglio tenuti che abbia mai visto, gli animali non sono nelle gabbie ma in spazi verdi e molto ampi.

E’ un piacere passeggiare lungo i vialetti di questo enorme parco, in parte ombreggiato, alla scoperta di elefanti, leoni marini, orsi, scimmie, serpenti, tartarughe, lemuri, fenicotteri rosa, pappagalli e tanti altri che è veramente impossibile ricordarli tutti.
L’incontro più emozionante è stato senz’altro quello con le tigri che sono libere in una specie di isolotto separato dai visitatori solo dall’acqua, vi assicuro che un brivido ci è corso lungo la schiena quando l’abbiamo vista scrutarci con attenzione dall’altra parte del fossato. Quello più raccapricciante con i pipistrelli che volano liberi sulle vostre teste dentro una grotta buia da cui io sono uscita immediatamente provocando grandi risate nei miei figli.

Al centro dello zoo c’è un ristorante all’aperto con un’area giochi davvero bella, di quelle che si trovano solo all’estero purtroppo, con alte costruzioni con scivoli adrenalinici, reti, ponticelli, amache, percorsi e tante attività che stimolano la creatività dei bambini.

Utile sapere che:
– Nel dépliant che vi verrà consegnato all’ingresso ci sono gli orari in cui danno da mangiare agli animali, ed è veramente imperdibile perché si ha la possibilità di vedere come i ragazzi dello zoo interagiscono con loro e li curano con passione.
– Alcune parti sono soleggiate meglio portare un cappellino.
– Si possono noleggiare dei simpatici carretti colorati dove portare i bambini piccoli quando sono stanchi o le sacche e gli zaini dei genitori.
– Ci sono tanti posti dove mangiare ma quello più grande e più comodo è quello centrale con i giochi proprio di fronte.
– Biglietto famiglia = 30 euro
– Tutte le informazioni sul sito dello Zoo  in tedesco o in inglese.

Ovviamente le cose da fare con i bambini non finiscono qui, trovate tante altre idee nella seconda parte del nostro racconto.

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta.
La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

Trenini al Museo ferroviario di Norimberga con bambini

Cosa fare a Norimberga con bambini

Chi mi segue già da un po’, sa che dopo il nostro viaggio a Legoland, …

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...

2 comments

  1. ma che meraviglia.. un bellissimo racconto che mi ha messo tanta voglia di visitare Monaco.. il playground poi è super 🙂