Home / Parchi e Acquari / Gardaland: andarci in treno, no?

Gardaland: andarci in treno, no?

Su Gardaland c’è poco da dire perché tutti lo conoscono, forse posso aggiungere che noi ci siamo andati in treno da San Benedetto del Tronto ed il viaggio è stato molto divertente e comodo per tutti. Nostro figlio aveva solo tre anni ed è stato il primo viaggio lungo in treno, eravamo abbastanza preoccupati per questo invece è andata benissimo.

L’unica cosa è che con il biglietto gratuito per i bambini che hanno meno di 4 anni di Trenitalia non aveva il posto assegnato quindi in alcuni brevi tratti in cui il treno era pieno ho dovuto tenerlo in braccio. Io consiglio sempre per viaggi lunghi di prendere il biglietto per bambini sopra ai 4 anni anche per quelli più piccoli per avere il posto riservato.
Ora da vedere se vi conviene la tariffa bimbi gratis o la supereconomy per bambini dai 4 anni, fate delle ricerche sul sito Trenitalia e confrontate i prezzi. Sappiate però che la tariffa Bimbi gratis permette di cambiare il viaggio (la data e la tratta) mentre quella supereconomy no, quindi se il bimbo si ammala perdete il biglietto.

Durante il lungo viaggio abbiamo intrattenuto il bimbo con giochini, libricini da colorare e disegnare. Per questo motivo avere a disposizione il tavolino più grande riservato ai posti da 4 (frontali 2 a due) è molto utile. Quando comprate il biglietto selezionate l’opzione voglio scegliere il posto per poter appunto avere i posti in queste zone della carrozza. Adesso sono poche perché la maggior parte dei posti sono da 2 e non da 4, fate attenzione a trovarli sulla mappa che vi propone trenitalia in cui vi fa vedere il treno dall’alto.

Per il passeggino noi abbiamo optato per quelli leggeri che si chiudono ad ombrello che abbiamo infilato facilmente negli appositi scomparti per le valigie. Il bagaglio ridotto al minimo con un’unica valigia grande per tutti e tre che portava il marito, mentre io mi dedicavo a passeggino e bimbo. Sembra scdontato ma non lo è, abbiamo fatto varie prove e fare tanti bagagli piccoli è più scomodo se hai un passeggino e un bambino da seguire.

Per andare  a Gardaland in treno la stazione più vicina è Peschiera del Garda che è ben collegata da un bus navetta gratuito con una corsa ogni 30 minuti durante l’orario di apertura del parco quindi attenzione ad arrivare dopo la chiusura perché sarà più difficile raggiungerlo. Dista circa 2 km quindi in alternativa si può prendere un taxi e non dovrebbe essere troppo costoso.
Gli orari del bus navetta li trovate cliccando qui.

Noi abbiamo dormito nel Gardaland hotel e non posso che parlarne bene: molto carino l’arredamento, lo staff è gentile, l’animazione divertente per i bimbi.
Secondo me è una piccola Disneyland più economica e più vicina, quindi se non volete volare fino a Parigi potete cominciare da un weekend con Prezzemolo la mascotte nostrana che non ha nulla da invidiare a Topolino.

Il parco è molto grande e offre svariate attrazioni per tutti i gusti e per tutte le età, direi che non è consigliabile farlo in giornata perché è troppo stancante, l’ideale è passarci un fine settimana.
Mi hanno chiesto spesso se è adatto ai più piccoli, io direi di si.

L’area Fantasy ha tante attrazioni adatte a loro con colori e personaggi accattivanti che vi faranno tornare piccini. Adesso di nuovo c’è anche l’Acquario, che andremo presto a scoprire anche noi.
Tutte le offerte speciali e le informazioni possibili le trovate sul sito ufficiale del parco Gardaland.

gardaland 1

gardaland 3
 

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

Disegno di Pinocchio all'ingresso del Parco di Pinocchio a Collodi

Parco di Pinocchio Collodi: entriamo dentro alla fiaba

C’era una volta… Un re! — diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era …

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...