Home / Emilia Romagna / Parchi per bambini in Emilia Romagna

Parchi per bambini in Emilia Romagna

Probabilmente i parchi per bambini in Emilia Romagna sono noti a tutti, eppure per chi ha i figli ancora piccoli e si avventura per la prima volta nel mondo del divertimento organizzato per famiglie potrebbe essere utile una mini guida.
Tanto, volenti o nolenti, se avete procreato vi toccherà prima o poi andarci, rassegnatevi anche voi papà pantofolai amanti del silenzio e della quiete nel week-end. Per trascorrere una giornata serena e senza stancarsi troppo, l’importante è scegliere il parco giusto tenendo conto dell’età dei bambini e degli interessi di tutti i componenti della famiglia. I siti ufficiali dei parchi sono più che completi ma viaggiando con i bambini è sempre importante avere informazioni da chi c’è già stato.

Tutti i parchi per bambini in Emilia Romagna

FIABILANDIA è adatto ai più piccini a partire dai 2 anni, ideale per i bimbi della scuola materna o dei primi anni delle elementari. Le attrazioni non sono né paurose, né pericolose, come il delizioso bruco che attraversa molto tranquillamente la Valle degli gnomi,  il castello di Mago Merlino dove un pizzico di paura c’è, ma non troppa, il giusto per emozionarsi un po’. E poi ancora la baia con la nave di Peter Pan, il lago del sogno con le barchette che scivolano sull’acqua o  il Capitano Nemo dove ci si spruzza e ci si bagna in allegria (vedi foto sotto dove i miei bimbi erano davvero piccoli ma si sono divertiti parecchio).

Una giornata intera sarà sufficiente perché il parco, per lo più all’aperto, non è grandissimo.
Si trova tra Riccione e Rimini, nel programmare i tempi tenete conto che la statale è spesso intasata nei fine settimana. Età consigliata dai 2 ai 7 anni. Poco ombreggiato, indispensabili i cappellini e la crema solare. Per mangiare potete scegliere tra self-service e snackbar con panini, gelati e frutta.

Parchi per bambini in Emilia Romagna: Fiabilandia di Riccione

Parchi per bambini in Emilia Romagna: Fiabilandia di Riccione


OLTREMARE
è fruibile da un pubblico più vasto come fascia di età perché l’area interna sulla Terra è più interessante per i bambini delle elementari, mentre quella con i delfini, pappagalli, la fattoria e i rapaci è perfetta per i più piccoli.
Noi ci siamo stati la prima volta quando nostro figlio maggiore aveva solo tre anni, eppure non si è mosso dalla gradinata per tutto il tempo dello spettacolo nella laguna dei delfini.  Quest’anno è stato rinnovato e ci sono tante novità, tra cui il battesimo della sella sui pony e il volo dei pappagalli.
Se il tempo è incerto visitate prima la zona all’aperto e poi la parte al chiuso.
Anche qui in un giorno si riesce a vedere tutto. Età consigliata dai 3 anni in poi.
Si trova proprio a Riccione vicino all’uscita dell’autostrada. Per mangiare ci sono molti punti di ristoro con snack, frutta e cose appetibili per i bambini.

Oltremare di Riccione

Oltremare


L’ACQUARIO DI CATTOLICA
 
è uno di quei posti un po’ sottovalutati, anche se non è enorme, lo trovo veramente interessante e lo consiglierei come prima tappa a chi vuole iniziare a visitare gli acquari. In tutta onestà un bambino della materna non lo puoi portare a Genova, meglio cominciare con qualcosa di più semplice e meno stancante. Quello di Cattolica è perfetto per un primo avvicinamento agli acquari.
Noi abbiamo reso più avventuroso il viaggio andando in treno con un gruppo di amichetti ed è stato divertente prendere poi il bus da Riccione a Cattolica. Età consigliata dai 3 anni in poi. Per mangiare c’è un self-service ma volendo potete anche fare come noi, portarvi il pranzo al sacco e gustarlo sull’ampio prato esterno.

Acquario di Cattolica


IL DELFINARIO DI RIMINI
 una volta c’era lo spettacolo dei delfini mentre ora qui si svolge quello dei leoni marini, inoltre costituisce una valida alternativa alla spiaggia in caso di pioggia perché è al coperto. Noi ci siamo stati quando era un delfinario, ma spero di poterci presto tornare per aggiornare il post.


L’ITALIA IN MINIATURA
è un classico, tutti lo abbiamo visitato in gita alle elementari ed è piacevole riviverlo insieme ai nostri figli raccontandogli un’Italia a loro ancora sconosciuta.  Ora ci sono anche giochi e attrazioni tipo parco di divertimento classico inoltre, per gli aspiranti scienziati il Luna Park della Scienza per sperimentare le leggi della fisica, della meccanica, dell’ottica, dell’idraulica e dell’elettricità (l’unica attrazione al chiuso, le altre sono all’aperto). Poi di nuovo c’è anche il Pappamondo con l’isola tropicale e tanti pappagalli.
In auto si esce a Rimini Nord, ma se si va in autobus il biglietto viene rimborsato in consumazioni al parco. Una giornata intera anche qui è sufficiente. Età consigliata dai 4 ai 12 anni.

L'Italia in miniatura


MIRABILANDIA
si trova a Ravenna ed è un parco molto più grande dei precedenti a cui sarebbe l’ideale dedicare due giorni per non ritrovarsi distrutti a fine giornata, anche perché normalmente il giorno dopo si entra gratis. Meglio verificare orari di apertura, costi e promozioni per le famiglie sul sito. Biglietto scontato online. Età consigliata dai 3 anni in poi.
Trovate anche le altezze minime e i requisiti di età necessari per poter accedere alle attrazioni.
Anche qui tutto all’aperto. L’offerta è così vasta che accontenta tutti: sia i più piccini con l’area a loro dedicata che i bambini e perfino i ragazzi o i genitori alla ricerca di scariche di adrenalina. Noi ci siamo andati con il secondo figlio che era piccolino e devo dire che abbiamo trovato comunque tante attività per lui come il trenino, il coniglio e le varie giostrine.

Parchi di divertimento in Italia: Mirabilandia

Parchi per bambini in Emilia Romagna: Mirabilandia a Ravenna

Parchi per bambini in Emilia Romagna: Mirabilandia

 

L’AQUAFAN di Riccione è il classico parco acquatico dove non c’è da vedere, ma solo da divertirsi con le numerose attrazioni come scivoli, piscine con le onde e animazione. Se vi piace il genere direi che è consigliabile ai bambini più grandicelli anche perché in estate è veramente molto affollato dagli adolescenti. E’ l’unico dove non siamo mai stati, ma ora che i nostri figli sono un po’ più grandi rimedieremo sicuramente.

Acquafan di Riccione

Informazioni pratiche per visitare i parchi per bambini in Emilia Romagna

Abbigliamento comodo e leggero,al limite anche il costume in estate, cappellini e crema solare, scarpe ultra comode perché si cammina parecchio e non dimenticate il passeggino o il marsupio se preferite. Essenziale qualche bottiglietta d’acqua, snack per i piccoli, un cambio completo per i bambini perché in alcune attrazioni ci si bagna completamente, kway in primavera ma sappiate che in caso di pioggia si possono acquistare i poncho negli shop del parco che coprono interamente. Il pranzo lo potete portare da casa o consumare nei punti ristoro che ci sono sempre ovunque.
Per molti parchi si trovano degli sconti su alcuni prodotti venduti al supermercato, noi per esempio li avevamo trovati sulle bottigliette d’acqua, in alternativa se decidete di pernottare in un hotel della città chiedete se hanno l’offerta con i biglietti gratis. Naturalmente lo fanno solo per i parchi della loro zona, nel senso che se andate a dormire a Riccione troverete il pacchetto con gli ingressi per Oltremare, mentre se volete andare a Mirabilandia vi conviene dormire nei pressi di Ravenna.  Comprare i biglietti online conviene sempre sia perché spesso costano meno, sia perché si fa meno fila.
Non mi resta che auguravi buon divertimento nei parchi per bambini in Emilia Romagna!

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

Disegno di Pinocchio all'ingresso del Parco di Pinocchio a Collodi

Parco di Pinocchio Collodi: entriamo dentro alla fiaba

C’era una volta… Un re! — diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era …

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...