Home / Ricette / Come cucinare la polenta: ricette per i bimbi

Come cucinare la polenta: ricette per i bimbi

Oggi neve, freddo e vento gelido ci hanno fatto venire voglia di cucinare la polenta.
Ai bambini piace moltissimo, specialmente con il sugo di salsiccia e costine di maiale.
Per noi adulti non sono il massimo per un’alimentazione dietetica, ma una volta tanto si può fare un’eccezione, oppure se preferite per i grandi potete condirla con del sugo ai funghi.
Ho provato tante ricette per cucinare la polenta, ma per me la dose migliore è quella che ho trovato su un vecchio libro di cucina ed è questa:

INGREDIENTI (per 4 persone)
Farina gialla bio gr. 500
Acqua 2 litri e 3/4
sale
olio extra vergine di oliva biologico
1 carota bio
1 cipolla bio
1 costa di sedano bio
passata di pomodoro  bio (2 bottiglie)
salsicce 4
costine di maiale 8

Preparate prima il sugo. In una pentola fate appassire cipolla, carota e sedano tritati (con un po’ d’acqua per non farli soffriggere), poi aggiungete le costine di maiale e fatele rosolare, quindi versate la passata di pomodoro nella pentola e aggiungete un po’ d’acqua. Fate cuocere a fuoco lento per circa 1 ora. In una pentolina ponete le salsicce con un po’ di acqua, in modo da cuocerle senza farle friggere e quando il sugo è quasi pronto (diciamo gli ultimi 5/10 minuti) scolate le salsicce dal grasso e versatele nella pentola del sugo. In questo modo le salsicce si insaporiscono, ma non si disfano.
Mentre il sugo si addensa, potete cominciare a cucinare la polenta.
Ecco qualche trucchetto per una buona riuscita.
Scaldare l’acqua ponendola in una pentola molto capiente e non appena inizia a bollire (attenzione alle prime bolle medie) buttare piano piano la farina gialla a pioggia proprio nel punto dove inizia il bollore.
Se lo avete, potete utilizzare l’attrezzo che serve a spargere lo zucchero a velo. Questo vi aiuterà a versarla lentamente e a non far formare i grumi.

per fare la polenta senza grumi

In ogni caso, se nonostante tutte queste accortezze, la polenta diventasse tutta a pallini, non disperatevi basta immergere il minipiner, o frullino elettrico, nella pentola e voilà la polenta è bella omogenea e voi farete bella figura con gli ospiti.

come cucinare la polenta

Ora armatevi di santa pazienza, e girate, girate, girate con una paletta di legno robusta, continuate a girare per 30 minuti circa. Quando la polenta si staccherà bene dai bordi della pentola passandoci il cucchiaio, sarà cotta. Preparate quattro piatti piani e sul fondo versate un po’ di sugo, sopra versate la polenta e poi di nuovo sugo, la salsiccia e qualche costina.

come cucinare la polenta con salsiccia e costine di maiale

Buon appetito… ma, un momento, e con la polenta avanzata cosa ci faccio?
Potete sbizzarrirvi come volete e cucinarla in tanti modi, in ogni caso vi conviene metterla in una scatola di vetro quadrata, o rettangolare, abbastanza alta quando è ancora calda, in modo che il giorno dopo potrete tagliarla a fette.

Ecco alcune idee appetitose per i bambini:

1) Polenta avanzata fritta: tagliatela in quadratini e friggetela in una padella con olio bollente sufficiente a ricoprirli, poi scolate su carta assorbente e, solo per i bambini mi raccomando, tuffatela nello zucchero.

2) Polenta avanzata al forno con formaggio fuso: ponete le fette di polenta in una teglia imburrata, o unta di olio, poi ricoprite con fette di formaggio fontina per i grandi, o con mozzarella e formaggio dolce per i bambini, fate fondere in forno caldo per 15/20 minuti.

3) Polenta avanzata croccante in padella: ponete le fette in una padella con due cucchiai di olio caldo e girate un paio di volte, finché non si forma una deliziosa crosticina.

4) Pizzette di polenta: ponete le fettine quadrate (o rotonde se avete la pazienza di ritagliarle con un bicchiere) su un testo ricoperto di carta da forno e versateci sopra un po’ di pomodoro, origano e cubetti mozzarella, passate in forno caldo per 5/10 minuti.

Se conoscete i modi per cucinare la polenta avanzata scrivetelo nei commenti.

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

hamburger di pollo e tacchino pronti

Hamburger di pollo e tacchino

Da quando sono più attenta all’alimentazione, sono sempre alla ricerca di idee per cucinare piatti …

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...