Home / Consigli di viaggio / sconti per famiglie / Quanto pagano i bambini in treno? Trenitalia e Italo

Quanto pagano i bambini in treno? Trenitalia e Italo

Noi viaggiamo molto in treno con i bambini ma la famiglia italiana quando va in vacanza predilige l’automobile per comodità e per risparmio. Si parte quando se ne ha voglia, senza orari da rispettare e non si bada troppo alle dimensioni del bagaglio portando dietro liberamente mezza casa. I bambini magari si addormentano oppure i papà decidono di affrontare i lunghi viaggi di notte sfruttando la pace familiare che solo un sonno profondo porta con se.

Però la nostra nazione è lunga e così da un po’, complice l’offerta dell’Alta Velocità, sempre più italiani, prendono in considerazione la possibilità di viaggiare in treno. E’ si, perché molto spesso, arrivati a destinazione, l’automobile non ci serve più e allora se si viaggia in treno, pare quasi che la vacanza inizi un po’ prima.
Nelle grandi città poi l’automobile diventa un problema e un costo non indifferente perché gli hotel fanno sempre pagare a parte il garage.

D’altro canto facilità d’acquisto dei biglietti on line, possibilità di aggiudicarsi tariffe scontate, carrozze comode e WiFi gratuito a bordo, fanno da cornice a viaggi spesso sul filo dei trecento all’ora, e questo piace molto anche ai bambini.

Si, va bene, ma quanto pagano i bambini in treno in Italia? Ci sono delle tariffe agevolate per le famiglie? Come districarsi tra Frecce Argento, Frecce Rosse, Frecce Bianche, Italo, Intercity, Regionali e Regionali Veloci?

Abbiamo provato a riassumere tutto in queste tabelle in base alla nostra esperienza di viaggiatori seriali in treno.
Una precisazione: non è detto che la tariffa Bimbi Gratis sia sempre la più conveniente, spesso la super economy costa meno ma anche l’economy conviene di più se viaggiate in 2 adulti con 1 solo bambino. Il sistema vi suggerisce sempre la tariffa più conveniente comunque vale la pena perdere un po’ di tempo a fare confronti. Vi potrebbe anche convenire acquistare i biglietti per 1 adulto + 1 bambino con bimbi gratis e il biglietto per il secondo adulto singolarmente a tariffa scontata economy. Come avere i posti vicini? Basta mettere il flag sul quadratino “voglio scegliere il posto” e  poi selezionare la carrozza e cliccare sul posto vicino a quello che avete già acquistato.

Quanto pagano i bambini in treno con Trenitalia?

Quanto pagano i bambini in treno con Trenitalia

Quanto pagano i bambini in treno con Italo?

Quanto pagano i bambini in treno con Italo

Quanto pagano i bambini sul treno regionale?

Per quanto riguarda i regionali la situazione si complica ancora di più perché i costi variano da regione a regione, quindi non siamo riusciti a fare uno schema. Vi illustriamo quali sono le principali tariffe.

La regola di base è uguale alle frecce ed è valida nella maggior parte delle regioni italiane: bambini fino a 4 anni non compiuti viaggiano gratis ma senza posto a sedere. Se volete il posto a sedere per il bimbo potete pagare il biglietto scontato al 50%. I bambini dai 4 ai 12 anni non compiuti pagano il 50% del costo del biglietto e quelli dai 12 anni in poi pagano il biglietto intero.

Invece in Campania, Abruzzo, Sardegna e nelle province autonome di Trento e Bolzano le regole sono  le seguenti:

Abruzzo
: gratis sotto un metro di altezza, accompagnati da un adulto pagante e che non occupino un posto a sedere.

Bolzano: gratis sotto i 6 anni nonché i bambini residenti nella Provincia di BZ che abbiano compiuto i 6 anni ma che non frequentino ancora la scuola dell’obbligo, sempre accompagnati da un adulto pagante e che non occupino un posto a sedere.

Campania: gratis sotto i 6 anni, sempre accompagnati da un adulto pagante e che non occupino un posto a sedere.

Lombardia: gratis fino ai 4 anni non compiuti accompagnati da un adulto pagante e che non occupino un posto a sedere. Sconto 50%: da 4 a 14 anni non compiuti. Biglietto intero oltre i 14 anni.

Lazio – Fiumicino Aeroporto tariffa 1_Ter: i bambini fino a 4 anni non compiuti gratis purché accompagnati da un adulto pagante. Tra i 4 anni e i 12 anni non compiuti viaggiano gratis purché accompagnati da un adulto pagante (1 bimbo gratis per ogni adulto pagante, quindi se 2 bambini viaggiano con 1 adulto, 1 bambino paga).

Sardegna: gratis sotto i 6 anni, se accompagnati da un adulto pagante. Se i bambini sono più di uno, l’adulto deve acquistare un biglietto intero ogni due bambini.

Trento: gratis sotto i 6 anni accompagnati da un adulto pagante (o con tessere di libera circolazione) e con diritto al posto a sedere, con un massimo di 5 minori di 6 anni per ogni accompagnatore adulto.

Tariffa 14 aree urbane/metropolitane: nelle città di Bari, Roma, Venezia, Palermo e Torino, ove vige la Tariffa 14 Area urbana, non si applica la riduzione ragazzi.

Il nuovo biglietto regionale è stato cambiato da poco e fate attenzione  al fatto che ci sono delle notevoli differenze tra un biglietto acquistato in biglietteria e uno acquistato online.

Le nuove regole del biglietto regionale

Le regole del nuovo biglietto regionale

Tente presente che Italo fa offerte in alcuni giorni della settimana e in alcuni periodi dell’anno come il Natale, vi conviene seguire la pagina delle offerte di Italo se avete in programma un viaggio in treno in una delle città raggiunte da questo treno davvero comodo ma un po’ costoso.
Poi c’è l’offerta di Trenitalia per chi viaggia con la famiglia sui treni notturni (anche su cuccette e vagone letto). Trovate tutte le info sulla pagina di Trenitalia dedicata all’Offerta Familia.
Infine tenete presente che per gli Eurocity a volte conviene comprarli sul sito delle ferrovie straniere anche per le tratte italiane. Ad esempio a noi è successo con l’Eurocity nel viaggio Bologna-Bolzano su Trenitalia costava molto di più che sul sito della OBB: più del doppio. Non ci credete? Leggete l’articolo Come risparmiare viaggiando in treno.

About Paolo Merlini

Merlini è uno che entra nelle autostazioni come un pellegrino nella cattedrale di Compostela attendendo la benedizione. Come e meglio di Benigni, potrebbe mandare a memoria tutte le sigle delle aziende di trasporto pubblico, dall’Autostradale alla Zani Viaggi, con gli occhi chiusi e con le mani legate, compresi i relativi indirizzi web

Check Also

FVG card

Trieste con bambini: l’audioguida e gli sconti con la FVG Card

“…Trieste ha una scontrosa grazia. Se piace, è come un ragazzaccio aspro e vorace, con …