Home / Musei per bambini / Torino con bambini: Museo Egizio

Torino con bambini: Museo Egizio

Se siete a Torino con bambini per un weekend o per una vacanza, non potete perdere il Museo Egizio.
Non solo perché è stato il primo in assoluto ed è tutt’ora il più importante al mondo dopo quello del Cairo, ma soprattutto perché ha riaperto il 1 di aprile 2015 dopo una lunga e radicale ristrutturazione durata più di tre anni. Da museo un po’ troppo polveroso come lo definisce Culicchia in “Torino è casa mia”, è stato decisamente spolverato e trasformato in un importante polo di attrazione turistica fondamentale per la nuova vocazione della città.

museo egizio di Torino

C’eravamo anche noi con i nostri bambini, tra quei 25.000 visitatori che si sono messi pazientemente in fila nei 4 giorni delle vacanze di Pasqua del 2015 per riuscire ad ammirare vis à vis le mummie dal 4000 a.C al 700 d.C.
A proposito di file sappiate che si possono evitare acquistando i biglietti on-line, per noi non è stato possibile perché per le festività pasquali le prenotazioni sono terminate in poche ore.
Se dovesse succedere anche a voi, in periodi di grande affluenza, non vi scoraggiate, solo una piccola parte degli ingressi giornalieri è in vendita in rete.
Dovrete semplicemente andare alla biglietteria del museo, meglio se di mattina presto, e mettervi in coda.
Anche qui come nella maggior parte dei musei della città si entra gratis con la Torino e Piemonte card, ma bisogna comunque fare la fila insieme agli altri.

Museo Egizio Torino

Museo Egizio Torino

Impossibile raccontarvi 32.000 reperti in poche righe, per capire che cos’è il Museo Egizio di Torino bisogna andarci, immergersi totalmente in questo ritorno al passato seguendo il proprio ritmo.

Questo è l’unico consiglio che posso darvi, visto che vedere tutto è abbastanza difficile, la visita si complica troppo e i bambini non hanno tempi di attenzione così lunghi.

Quando siamo andati noi non c’era un’audioguida specifica per loro, ma ora so che hanno colmato questa lacuna. Adesso infatti si può seguire il percorso per famiglie che permette ai bambini di seguire meglio la visita.

 Torino Museo Egizio

Torino Museo Egizio

Torino Museo Egizio

La sezione che li ha più interessati è stata quella delle mummie e dei sarcofaghi, così ben conservati e molto variegati nelle decorazioni e negli stili che c’è da perdersi. Si trova nella parte finale quindi è bene conservare le energie per questa ultima parte e il grande salone con le sfingi, che sono le parti più coinvolgenti per i bambini. Andare a Torino al museo egizio con bambini significa adattarsi alle loro esigenze e rendersi conto che la il museo è unico ma impegnativo. E’ per questo motivo che lo consigliamo dai 6 anni in su, anche se l’ideale è portarci i bambini un po’ più grandi, che stanno studiando questa civiltà.
Noi abbiamo deciso che i nostri figli fossero i Ciceroni e li abbiamo seguiti fin dove la loro curiosità li spingeva. Spesso non erano i reperti più famosi, ma senz’altro quelli che gli rimarranno più impressi.
Non è forse questa la cosa più importante?
Non tanto che restino nozioni e date, per quello c’è la scuola. Immagini, sensazioni ed emozioni andranno a costruire il ricordo di essere stati una mattina del 2015 a contatto diretto con una civiltà antichissima.

Torino con bambini museo egizio

Torino con bambini museo egizio

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

cioccolatini

La Casa del cioccolato di Perugia

Musei di scienza, di storia naturale, d’arte spiegata ai bambini, di dinosauri e di tecnologia, …

Commenti

Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...