Home / Sardegna / 10 località e spiagge adatte alle famiglie nel sud della Sardegna

10 località e spiagge adatte alle famiglie nel sud della Sardegna

La Sardegna, perla del Mediterraneo, vanta più di 1800 chilometri di costa, circa un quarto del totale delle coste italiane. Questo ci permette di poter scegliere tra innumerevoli località e spiagge dove poter trascorrere in compagnia dei nostri bambini le vacanze, un weekend oppure una singola giornata.

Dopo avervi consigliato, in base alle nostre esperienze, 10 destinazioni della parte settentrionale dell’isola, in questo articolo vi suggerisco 10 centri costieri del meridione sardo, adatto ad ospitare famiglie con bambini.

Bugerru - mare

Orosei

Meravigliosa località turistica della costa orientale sarda, situata nell’antica subregione storica delle Baronie, Orosei  saprà stupirvi per i suoi gioielli costieri di rara bellezza.

Lungo tutto il territorio della cittadina, distante due chilometri dal mare, possiamo trovare lunghe spiagge, piccole calette oppure alte scogliere che si tuffano nelle acque limpide e calme dell’ampio golfo.

Infatti grazie ai monti della Barbagia che lo riparano dai forti venti di maestrale caratteristici della nostra Isola, il mare del Golfo di Orosei lo troverete quasi sempre tranquillo, ideale per i giochi dei nostri bambini.

Le spiagge che vi consiglio lungo i venti chilometri di costa sono:

  • la spiaggia della Marina di Orosei, composta da sei chilometri di sabbia bianca e fine e da un mare azzurro che degrada molto dolcemente.
  • le spiagge di Cala Liberotto e Cala Ginepro, caratterizzate da sabbia candida e sottile e da un mare dall’acqua cristallina e dal fondale basso, con suggestivi scogli di granito rosa che affiorano a pelo d’acqua.

Orosei mare

Foto da Flickr di Serafino Centenaro

Cala Gonone

Cala Gonone è una frazione del comune di Dorgali, si trova sulla costa orientale della nostra isola, nel Golfo di Orosei, ed appartiene ad uno dei tratti di litorale sardo più interessanti dal punto di vista naturalistico ed ambientale.

Il piccolo borgo nasce su una collina che degrada dolcemente fino al mare dove piccole e grandi spiagge si alternano a falesie a picco sull’acqua, creando uno spettacolo mozzafiato.

Una spiaggia facilmente accessibile ed adatta alle famiglie con bambini è la Spiaggia Centrale, dove l’arenile è formato da ciottoli e sabbia e da un mare cristallino.

Anche se raggiungibili con trekking più un meno impegnativi oppure via mare, vi  consiglio di visitare le meravigliose spiagge di Cala Fuili e Cala Luna, circondate da una fitta macchia mediterranea e bagnate da uno dei mari più belli del mondo.

Imperdibile una visita con i bambini alla spettacolare Grotta del Bue Marino, un tempo habitat della foca monaca, e all’Acquario di Cala Gonone, la più grande e moderna struttura del suo genere in Sardegna.

Cala Gonone
Foto da Flickr di Serafino Centenaro

Arbatax

A circa settanta chilometri a sud di Cala Gonone troviamo il centro di Arbatax, frazione di Tortolì, da cui dista solo cinque chilometri.

Sorta lungo la penisola granitica di Capo Bellavista, Arbatax è una vivace località balneare ideale per trascorrere le vacanze in famiglia, e dove la presenza di un importante porto con collegamenti da e per il “Continente”, rende semplice e veloce raggiungere.

Dal Porto potrete facilmente arrivare a  spiagge, calette, e alle meravigliose Rocce Rosse simbolo di Arbatax.
Una visita con i nostri bimbi lo merita il Faro di Bellavista. Situato sull’omonimo promontorio, attivo dal 1866, è uno dei fari più importanti della Sardegna.

Lungo il litorale del borgo troviamo diverse spiagge: Cala Moresca, Cala Frailis e Lido di Orrì. Ognuna di queste cale è caratterizzata da sabbia candida e da un mare turchese riparato dai venti che degrada dolcemente.

Arbatax

Foto da Flickr di Hotel La Bitta

Villasimius

Villasimius è il luogo di vacanza migliore della zona sud-orientale della Sardegna in cui trascorrere serene giornate in compagnia dei nostri pargoli.

Troverete difficile scegliere dove vivere le vostre giornate di mare, in quanto Villasimius offre  tante spiagge, tutte meravigliose, e tutte contraddistinte da dune di sabbia fine e candida e da un mare cristallino dalle molteplici sfumature azzurre e molto basso vicino alla riva.

In base alla nostra esperienza vi consiglio di visitare la Spiaggia di Porto Giungo, la Spiaggia di Simius, la Spiaggia di Punta Molentis e la Spiaggia del Riso.

Dopo un’intensa giornata di mare, il modo migliore per rilassarsi è passeggiare tra i vicoli e le piazze del vivace borgo, magari gustando gli ottimi piatti a base di pesce che troverete nei tanti ristoranti locali.

Villasimius- vista mare

Villasimius- spiaggia

 

Pula

Situato a sud-ovest della città di Cagliari, da cui dista trenta chilometri, Pula è una località costiera di circa settemila abitanti.

Troverete l’imbarazzo della scelta tra le sue splendide spiagge caraibiche costituite da sabbia dorata e fine, e bagnate da un mare cristallino dal color smeraldo con fondali che degradano dolcemente verso il largo, perfette per la sicurezza dei nostri bambini durante i loro giochi acquatici.

Le spiagge più famose sono: la Spiaggia di Santa Margherita di Pula, la Spiaggia di Nora, la Spiaggia di Guventeddu e la Spiaggia dei Fichi.

Se vi trovate a Pula o nelle sue vicinanze, non potete rinunciare ad una visita presso l’antica città di Nora, sito archeologico ritenuto uno dei più importanti del Mediterraneo grazie ai suoi numerosi monumenti di grande interesse storico-culturale.

Santa Margherita di Pula di Ilaria

Foto da Flickr di Ilaria

Chia

Chia o Baia Chia è una rinomata località balneare frazione del Comune di Domus de Maria, collocata nell’estremo sud-ovest della nostra Isola.

Con i suoi sei chilometri di costa intervallata da piccole insenature, abbracciata da una fitta vegetazione mediterranea, Chia vi stupirà per la bellezza e la varietà delle sue spiagge, tutte idonee a grandi e piccini.

Percorrendo il litorale verso ovest ammirerete la Spiaggia di Sa Tuerra, la Spiaggia di Su Sali, la Spiaggia di Su Giudeo, fino alla meravigliosa Cala Cipolla, la mia preferita.

Le sere estive di Chia sono piacevolmente ricche di appuntamenti, tra sagre e feste, avrete l’opportunità di conoscere le tradizioni enogastronomiche e folcloristiche del territorio e della Sardegna.

Chia in Sardegna

Foto da Flickr di Ilaria

Teulada

Nella punta estrema a sud-ovest della Sardegna troviamo il territorio di Teulada, piccolo comune della sub-regione del Sulcis-Iglesiente.

In questa località ad attrarre migliaia di turisti ogni anno sono i suoi scenari costieri di rara bellezza, dove cale di sabbia candida e soffice si alternano ad affascinanti falesie.

Il mare di Teulada richiama contesti caraibici dai colori mozzafiato che vanno dal turchese al blu intenso, e le sue acque basse ci permettono di vivere in tranquillità la nostra vacanza con i bambini.

In questo meraviglioso contesto naturale troviamo la Spiaggia di Porto Pino (usufruibile solo durante i mesi estivi), la Spiaggia di Tueredda, la Spiaggia di Cala Malfatano e la Spiaggia di Porto Tramatzu.

Altro angolo di paradiso è Cala Zafferano, accessibile solo via mare nei mesi di luglio e agosto.

Il perfetto binomio tra mare e montagna ha creato lo sviluppo di attività come: percorsi trekking, itinerari a piedi, a cavallo o in MTB.

Teulada Sardegna

Foto da Flickr di Asman e Lenoble

Carloforte

Carloforte è un incantevole Borgo marino di circa seimila abitanti, situato sull’Isola di San Pietro, all’estremità sud-occidentale della Sardegna.

Inserito nel circuito dei Borghi più belli d’Italia, Carloforte saprà stupirvi per i suoi colori e profumi, che vi faranno perdere nella fitta rete di “carrugi”, vicoli caratteristici di Genova, che contraddistinguono il centro del paese.

Spiagge incontaminate, facilmente raggiungibili anche dai passeggini, protette da una verdeggiante e profumata macchia mediterranea, contraddistinte da sabbia bianca e soffice, e da un mare limpido dalle sfumature turchesi, ospiteranno le vostre giornate di relax.

Vi consiglio di portare i vostri bimbi a visitare la Spiaggia della Caletta, la Spiaggia di Girin e la Spiaggia del Giunco dove potrete ammirare gli eleganti fenicotteri rosa.



Il modo migliore per concludere una rigenerante giornata di mare è passeggiare tra le stradine del Borgo, dove potrete assaporare la cucina tradizionale, il cui fiore all’occhiello è il tonno, che troverete rivisitato in molteplici e stuzzicanti ricette.

 Isola di San Pietro

Foto da Flickr di Andrea Lodi

Buggerru

Buggerru è un piccolo comune della costa sud-occidentale sarda, adagiato sullo spettacolare sbocco verso il mare del Canale Malfidano, scoscesa valle che ha dato il nome ad un’importante miniera locale.

Infatti il Borgo è noto per essere stato un pregiato centro minerario, dove tutt’ora possiamo ammirare le antiche testimonianze dell’antico lavoro minerario dei suoi abitanti.

Buggerru attualmente è un apprezzato centro turistico, caratterizzato da piccole case disposte a ventaglio e da un suggestivo tratto di costa, direi unico al mondo. Le sue spiagge dorate, attorniate da una fitta macchia mediterranea e bagnate da uno splendido mare dalle infinite tonalità blu, faranno da cornice alle vostre giornate di vacanza.

Vi suggerisco di visitare la spettacolare Spiaggia di Cala Domestica, la piccola ma riparata dai venti Spiaggia della Caletta, la Spiaggia di Buggerru e la Spiaggia di Portixeddu.

Imperdibile se vi trovate nei dintorni di Buggerru è una visita alla Miniera di Porto Flavia, da cui dista circa diciotto chilometri. Qui insieme ai vostri bimbi scoprirete il lavoro che si svolgeva all’interno delle miniere, percorrendo l’antico tunnel scavato nella roccia dai minatori, che arriva in uno strapiombo che vi regalerà una vista mozzafiato sul faraglione di Pan di Zucchero.

Bugerru - vista mare

 Bugerru - mare

San Giovanni di Sinis

Nella parte occidentale della Sardegna, adagiata nel sud della penisola del Sinis, lungo la strada che porta all’antica cittadina di Tharros , sorge San Giovanni di Sinis, tranquilla frazione di Cabras.

Un tempo villaggio di pescatori, ora gradito centro turistico, ideale per un pubblico come il nostro di famiglie con bambini.

San Giovanni di Sinis fa parte dell’Area Marina Protetta della Penisola del Sinis. Trenta chilometri di costa, dove oltre a trovare la spiaggia del borgo, la Spiaggia di San Giovanni, potrete ammirare la Spiaggia di Is Arutas, eletta più volte come una delle spiagge più belle del mondo, caratterizzata da un litorale formato da piccoli granelli di quarzo, dove si specchia un mare cristallino e pulitissimo.

Irrinunciabile una visita al Museo Archeologico di Cabras, dove scoprirete uno dei simboli identitari della nostra Sardegna, le statue dei Giganti di Mont’e Prama, la più grande scoperta archeologica di fine XX secolo dell’area del Mediterraneo.

Villasimius- bagno



About Paola Carta

Veneta trapiantata in Sardegna, amante dei viaggi, dello sport e della natura in tutte le sue forme. Provo a trasmettere queste mie passioni alle mie bimbe, portandole alla scoperta della Sardegna e quando si può del mondo. Difficile trovarci in un centro commerciale, più semplice invece avvistarci nel cucuzzolo di una montagna o in mezzo al mar. Nel mio blog Mamma in Sardegna racconto le nostre avventure e disavventure, alla ricerca di luoghi e strutture family-friendly.

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *