Umbria

Cascata delle Marmore con bambini: percorsi, attività, come vestirsi.

Un’idea per una gita domenicale in Umbria?
Cascata delle Marmore!

Quando arrivi al cospetto di questa meraviglia, hai un assaggio della potenza della natura e come tutti i viaggiatori che nei secoli ti hanno preceduto, sgrani gli occhi immergendoti con lo sguardo in quelle acque impetuose.

La Cascata delle Marmore, volendola raccontare in parole semplici, è un’enorme mole d’acqua che sgorga violentemente nel mezzo di una vasta foresta e, facendo tre salti su alte rocce, copre un dislivello di 165 metri.

Da notare che quest’acqua impetuosa cadendo in parte si nebulizza creando un microclima unico a rendendo lo spettacolo ancora più affascinante.

Quanto detto contribuisce a fare della Cascata delle Marmore la cascata più famosa d’Italia.

Dove si trova la Cascata delle Marmore

La cascata sorge nelle vicinanze di Terni ed ha due accessi:

  • il belvedere superiore vicinissimo alla stazione ferroviaria di Marmore;
  • il belvedere inferiore direttamente lungo la Valnerina (su Google Maps segnato come belvedere principale).

Entrambi gli accessi sono dotati di ampi parcheggi, se si opta per l’ingresso superiore, si avrà la possibilità di scendere lungo un camminamento obbligato ed attrezzato, adatto a tutti ma non consigliabile ai passeggini.

Poi per tornare indietro potete usufruire del servizio navetta (ogni 30 minuti) che vi porta a riprendere la vostra auto nel belvedere superiore. Se parcheggiate al belvedere inferiore (online vendono i biglietti solo dei parcheggi di quest’area), prendete subito la navetta e salite a quello superiore, poi scendete a piedi. Prenotate per tempo la navetta perché spesso è piena.

I punti più suggestivi della Cascata

  • l’arcobaleno che si vede scendendo dal belvedere superiore;
  • la vista sul primo salto dal loggiato della Specola appena sotto al belvedere superiore;
  • il balcone degli innamorati a circa metà strada tra i due (attualmente su prenotazione);
  • i salti della cascata dal loggiato che si trova a pochi metri dall’ingresso del belvedere inferiore;
  • i sentieri 2 e 3 facili e adatti anche ai bambini più piccoli;
  • una visione d’insieme sull’intera cascata dal belvedere Pennarossa del sentiero numero 4.
Arcobaleno dal belvedere superiore

 

Cascata vista dal loggiato della Specola

 

Gli scalini del sentiero numero 1 scendendo dal belvedere superiore

 

Balcone degli innamorati

 

Tunnel per andare al balcone degli innamorati

 

Segnaletica dei sentieri della cascata

I sentieri della Cascata delle Marmore

È bene sapere che l’arcobaleno si vede all’inizio della discesa dal belvedere superiore, mentre i vari salti della cascata si vedono dal belvedere inferiore.

Per questo motivo, io vi consiglio di visitarli entrambi. Avete 3 possibilità per raggiungerli:

  • in auto;
  • con la navetta;
  • a piedi sul sentiero numero 1.

Il sentiero numero 1

Collega il belvedere superiore a quello inferiore e attraversa tutto il parco, è percorribile in entrambi i sensi.
Sconsiglio di salire a piedi da quello inferiore a quello superiore con i bambini: tutto in salita e con 80 piccoli scalini da fare. Usate la navetta!

Il percorso viene indicato con una durata di 40 minuti in salita e 20 minuti in discesa, ma noi ci abbiamo messo molto di più solo a scendere. Anche perché durante il tragitto ci siamo fermati più volte per vedere l’arcobaleno, la specola, il balcone degli innamorati.

Il sentiero numero 4

Nell’attesa della navetta prenotata per risalire al parcheggio, siamo andati ad esplorare il percorso numero 4 Pennarossa, l’unico che consente di fotografare la cascata nella sua interezza.

Uscendo dal parcheggio del belvedere inferiore si deve attraversare la statale e poi ci sono le indicazioni (tenete il biglietto perché lo controllano).

Nella prima parte ci sono molti gradini da fare, poi si procede con un sentiero nel bosco. È abbastanza corto, ma tutto in salita, quindi non adatto a bambini piccoli e poco allenati.

In generale, su tutti i sentieri con i piccolissimi è meglio organizzarsi con uno zaino porta-bimbo o un marsupio, oppure limitarsi al belvedere inferiore e ai suoi dintorni.

Cascata delle Marmore vista dal sentiero numero 4

 

Cascata delle Marmore vista dal sentiero Pennarossa

I percorsi e le attività per i bambini

Partendo dal belvedere inferiore, arrivare all’area picnic da cui partono i sentieri 2 e 3 è abbastanza agevole, se volete evitare la salita potete saltare il sentiero numero 1.
I sentieri numero 2 e numero 3 sono facili e alla portata di tutti, ma senza passeggino.

L’unico sentiero che si può percorrere in passeggino è il numero 5 che parte dal belvedere superiore.

Se invece volete optare per una visita guidata, trovate tutte le attività del parco e gli eventi speciali sul sito ufficiale CascatadelleMarmore.info.

Gli eventi per i bambini con l’animazione di elfi e ninfe li trovate sulla pagina Facebook del Parco della Cascata delle Marmore.

Rafting alla Cascata delle Marmore Terni

Un’attività per i più avventurosi è il rafting sulle rapide del fiume Nera lunghe ben 3 chilometri.

Questo percorso non è adatto ai bambini piccoli, ma sarà divertente per loro osservare gli sportivi prepararsi e scendere nel punto di imbarco che si trova proprio sotto alla cascata.

C’è anche un percorso più tranquillo con l’imbarco da Ferentillo per arrivare alla base nautica Arrone dove c’è un’area picnic.

Non è obbligatorio avere esperienze di rafting e possono andare anche le famiglie, ma è indispensabile saper nuotare bene ed essere in salute. Si va su gommoni da 6 posti con un istruttore qualificato.

Nel Parco della Cascata delle Marmore si possono praticare anche il River Walking, l’Hydrospeed e il tubing con i gommoni singoli.

Ecco di seguito alcuni siti dove trovare informazioni sul rafting:
Rafting Marmore
Umbria Experience

Quando aprono la Cascata delle Marmore

Attenzione: l’acqua della cascata viene utilizzata per produrre energia elettrica, quindi, in alcune ore del giorno il flusso viene ridotto al minimo.

Prima di andare, verificate bene quando la cascata è al massimo della sua potenza, per poterla ammirare in tutta la sua prorompente bellezza.

Dalle 13 alle 15 è sempre chiusa.

A seconda del periodo dell’anno e della giornata festiva o feriale, sono previste alcune ore di apertura al mattino, nel pomeriggio e in alcuni periodi anche di sera.

Trovate tutti gli orari sul sito CascatadelleMarmore.info/orarieaperture.

La riapertura dell’acqua alle 15

Noi siamo rimasti l’intera giornata ed è stato molto emozionante vedere la riapertura alle 15.
La portata dell’acqua aumenta piano piano fino ad arrivare alla potenza massima con grande dispersione di goccioline tutt’intorno, questo ha reso le foto meno nitide, ma dal vivo lo spettacolo è bellissimo!

L’emozione è ancora più forte per il suono della sirena che si ripete per tre volte, al primo suono tutti si affrettano a cercare la posizione migliore, poi il secondo e il terzo fanno aumentare l’attesa in grandi e piccini, pronti a sgranare gli occhi di fronte all’acqua che viene giù dalla rupe e aumenta sempre di più in un crescendo Rossiniano.

Come vestirsi alla Cascata delle Marmore

In estate pantaloncini corti e maglietta, una felpa e un k-way per gli spruzzi d’acqua.
Non sono indispensabili le scarpe da trekking, ma bisogna indossare scarpe comode tipo scarpe da ginnastica.

Indispensabile portare un cambio se volete vedere il Balcone degli Innamorati.
Qui, non è che arriva qualche schizzo, ma ci si bagna proprio perché si passa sotto una pioggia d’acqua (vedi le foto sopra). Direi che una giacca impermeabile come avevamo noi non basta, meglio un poncio, inoltre è bene indossare scarpe impermeabili.

Dove mangiare alla Cascata delle Marmore

Ci sono bar, negozi e bagni vicino ai parcheggi, sia del Belvedere Inferiore che di quello Superiore.

All’interno del parco, più vicino al belvedere inferiore che a quello superiore, c’è un bar con una grande area picnic dove potete consumare i vostri panini sui tavolini in legno (pochi).

Area picnic della Cascata delle Marmore

Quanto costa il biglietto per la cascata delle Marmore

  • Adulti e ragazzini dai 10 anni = 10 euro.
  • Bimbi dai 5 ai 9 anni = 7 euro.
  • Bimbi da 0 a 4 anni = ingresso gratuito.
  • Bambini di famiglie con 3 figli tra i 5 e i 9 anni = 5 euro.
  • Gruppi da 15 persone = 7,50 euro a persona.
  • Navetta = 2 euro

Nei periodi di alta stagione come agosto vi consiglio di acquistare il biglietto online insieme a quello della navetta e del parcheggio perché rischiate di non trovare posto per l’auto e doverla lasciare al parcheggio P3 che si trova a Terni (collegato con un’altra navetta).

I biglietti potete comprarli sulla pagina relativa ai biglietti open. 

 

La leggenda della Cascata delle Marmore

Non dimenticate di raccontare ai vostri bambini la leggenda di come è nata la Cascata delle Marmore:

Nera, la figlia del Dio Appennino, era una bellissima Ninfa innamorata del pastore Velino.
Giunone per impedire questo amore la portò sul Monte Vettore e la trasformò nel fiume Nera.
Le lacrime della giovane arrivarono fino al punto dove lei e Velino si erano incontrati la prima volta e lì Velino decise di gettarsi per potersi riunire con lei in eterno.

Loggiato del belvedere inferiore
Cascata vista dal belvedere inferiore

 

Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Articoli recenti

10 cose da fare Valle Aurina con bambini e ragazzi

Cosa fare in Valle Aurina con bambini e adolescenti: cascate, Fly-Line, parco acquatico, dinosauri, passeggiate,…

5 giorni fa

Luxury Camp at Union Lido – Cavallino Treporti

Luxury Camp at Union Lido: alloggi perfetti per le famiglie che amano stare a contatto…

2 settimane fa

Piani di Castelluccio di Norcia: fioritura, cosa fare, dove mangiare

Piani di Castelluccio di Norcia: come arrivare, cosa fare, dove mangiare, dove dormire e quando…

3 settimane fa

10 spiagge per bambini in Sardegna

Le migliori spiagge per bambini in Sardegna: 10 location dove potete andare con i bambini…

3 settimane fa

Le migliori spiagge per bambini in Italia

Le migliori spiagge per bambini in Italia con sabbia fine e fondali bassi, animazione, mini…

4 settimane fa

Vacanza a Porto Cesareo con i bambini: guida alle spiagge

Porto Cesareo con bambini: le spiagge, il borgo, dove alloggiare, l'Isola dei Conigli, che cosa…

1 mese fa
Booking.com