Home / Consigli di viaggio / Tutto quello che c’è sapere per andare a Parigi in treno

Tutto quello che c’è sapere per andare a Parigi in treno

Andare a Parigi in treno?
Sì, ma ci sono alcune cose da sapere prima e forse non è un viaggio che consiglierei a tutti.

Con questo post vorrei rispondere alle tante domande che mi sono state fatte dopo aver pubblicato le foto del nostro viaggio a Parigi in treno. Vi avviso subito che non è un post sponsorizzato infatti noi il biglietto lo abbiamo pagato per intero, volevamo da tempo fare quest’esperienza e condividerla con i nostri lettori facendo una recensione obiettiva.

guide per Parigi

Perché andare a Parigi in treno quando puoi andare in aereo?

  • perchè non amate staccare i piedi da terra e ritrovarvi a 10.000 metri d’altezza;
  • perchè costa meno dell’aereo, specialmente in alta stagione e per un gruppo o una famiglia;
  • per portare il bagaglio che volete, delle dimensioni che preferite senza pagare supplementi se eccedete in peso e misure;
  • per non correre il rischio di perdere la valigia ed evitare le lunghe attese al nastro trasportatore per ritirarla;
  • perchè non amate le file e le attese dei controlli in aeroporto dove comunque dovete arrivare 2 ore prima;
  • perchè abitate in una città senza aeroporto e per raggiungerlo impiegate diverse ore che si sommano alla durata del viaggio;
  • per avere la libertà di prenotare con poco anticipo perchè in treno si trova posto anche qualche giorno prima;
  • per arrivare alla Gare de Lyon, nel cuore di Parigi, invece che in un aeroporto fuori dal mondo e risparmiare sul costo del treno per raggiungere la città;
  • infine, per tutti quelli che... non è importante la destinazione ma il viaggio, aggiungo anche per arrivare in Francia godendosi lo spettacolo del nord Italia, le Alpi, i paesini di frontiera e la campagna francese dal finestrino.

vista dal finestrino treno TGV per Parigi

campagna-dal-treno-TGV-per-Parigi

campagna vista dal treno TGV per Parigi

 lago-dal-treno-TGV-per-Parigi.

montagne-dal-treno-TGV-per-Parigi

tramonto-dal-treno-TGV-per-Parigi

montagne-treno-TGV-per-Parigi

Come prenotare un viaggio a Parigi in treno

Ci sono varie possibilità. Noi abbiamo scelto di viaggiare di giorno con il TGV partendo da Milano perchè era quello più economico e senza cambi. Inoltre avevamo un impegno a Milano al rientro quindi per noi era comodo partire da lì.
Più costosa e più lunga la possibilità di effettuare un cambio in una città svizzera come Zurigo o Berna partendo da Milano e acquistando il biglietto su Trenitalia.

In alternativa si può viaggiare di notte con Thello in cuccetta, ma occhio alle tariffe, soprattutto se non volete dormire con i bambini nello scompartimento da 6. Sappiate che per quello da 4 si paga una considerevole differenza e non mi sembra ci siano offerte per le famiglie, come invece abbiamo sperimentato sulla tratta Venezia – Vienna del treno notturno di OBB.

 

Se alla fine decidete, come abbiamo fatto noi, di prendere il TGV, vi conviene prenotarlo sul sito ufficiale OUI.SNCF, la società ferroviaria francese. Cliccate sulla grafica qui sotto per acquistare i biglietti e stamparli comodamente a casa vostra, il sito è in italiano.
Inserite stazione di partenza e Gare de Lyon (Parigi) come stazione di arrivo, età dei passeggeri, data e orario indicativo perchè ci sono diversi treni in partenza in una giornata (mattina presto, metà mattina e primo pomeriggio).

Su questo banner c’è un’affiliazione, significa che per voi non cambia nulla e il prezzo resta lo stesso che paghereste entrando direttamente sul sito da Google, ma in questo modo a noi viene riconosciuta una piccolissima commissione e questo ci aiuta a sostenere il nostro blog.

 treno TGV Milano Parigi

Prenotare è abbastanza semplice perchè il sito è in italiano. Dovete inserire la stazione di partenza, quella di arrivo e la data, poi il numero di passeggeri e la loro età. Importante inserirla giusta perchè ci sono tariffe diverse.

Sulla destra trovate il costo totale del viaggio con le varie opzioni: non modificabile, modificabile con condizioni, flessibile, prima classe. Visto che la differenza per la prima classe non è molta e il viaggio è lungo, se volete viaggiare più comodi io vi consiglio di prenderla. Il treno è abbastanza datato, la prima classe potrebbe essere più confortevole, almeno da quello che ho potuto vedere da fuori.

vagoni treno TGV da Milano

treno-TGV-in-partenza-da-Milano

Le cose da sapere prima di andare a Parigi in treno

Quanto costa il viaggio?

Dipende dall’età dei vostri figli perchè gli adulti dai 26 anni ai 59 pagano prezzo intero, i giovani da 12 a 25 una tariffa scontata e i bambini dai 4 agli 11 anni ancora meno.
I bambini fino a 4 anni non compiuti non pagano se viaggiano in braccio ai genitori, ma se volete il posto potete acquistare un biglietto anche per loro selezionando “Carte e abbonamenti – posto distinto a pagamento / package bambini”.

Noi abbiamo pagato 380 euro per andata e ritorno da Milano per 2 adulti + 1 ragazzo di 14 anni e 1 bambino di 10 anni.
Inoltre, in alcuni periodi dell’anno ci sono delle offerte speciali, questo mese per esempio c’era l’offerta a 25 euro a tratta, prenotando entro l’8 ottobre e viaggiando dall’11 ottobre all’8 dicembre.

treno TGV da Milano Garibaldi

Quanto dura il viaggio?

Circa 5 ore e mezzo da Torino e 7 ore e mezzo da Milano. La durata varia in base all’orario di partenza perchè alcuni treni fanno meno fermate, sia in Italia che in Francia.
Si tratta dello stesso identico treno che parte da Milano e poi raggiunge Torino in 2 ore. Potreste anche prendere un Frecciarossa da Milano a Torino, per risparmiare un po’ di tempo, ma non molto calcolando il cambio, inoltre il prezzo è più alto.
A queste ore di viaggio, dovete aggiungere la vostra distanza da Milano o da Torino. Per chi abita al centro o al sud diventa un viaggio impegnativo in termini di tempo. All’andata, partendo dalle Marche, abbiamo impiegato una giornata intera con il cambio a Milano.

Da quali stazioni posso partire?

Le stazioni da cui potete partire in Italia sono nell’ordine: Milano, Novara, Vercelli, Torino, Oulx-Sestriere, Bardonecchia.
Qui sotto trovate il percorso e le fermate sulla mappa presa dal sito delle ferrovie francesi.

mappa delle fermate del TGV Milano Parigi

Com’è il treno TGV?

Se salite sul TGV con l’idea di trovare un treno moderno, ultra-veloce, accessoriato, con i bagni ampi e profumati, i sedili in pelle avvolgenti… rimarrete delusi.

Il treno TGV oggi non è più quel mitico treno alta velocità di cui abbiamo tanto sentito parlare da ragazzi, ma non perchè sia diverso da allora, piuttosto perchè è rimasto quello che era tanti anni fa. Insomma è un po’ vintage!
E per questo non può reggere il confronto con i moderni Frecciarossa e Italo che vanno a 300 all’ora e offrono tanti servizi in più, come i film e il wifi. Ma d’altra parte, se dovessero fare grossi investimenti su questa linea non sarebbe poi così economico.

Facciamo un semplice paragone: un frecciarossa da Bologna a Milano costa 46 euro a persona per poco più di 200 chilometri, noi abbiamo pagato 47,50 a persona per fare Milano-Parigi circa 900 chilometri!
Quindi, io non mi lamenterei se il treno ha allestimenti anni 80′, se il bagno è piccolino o se non c’è il wifi.
Il rapporto qualità/prezzo resta comunque ottimo.

L’unica cosa che sinceramente sarebbe da migliorare è la pulizia. Il treno quando siamo saliti a Milano non era stato pulito e c’erano ancora i rifiuti nei cestini del viaggio precedente, perfino i bagni non erano stati puliti.
Questo sinceramente sarebbe un servizio poco costoso e indispensabile per la soddisfazione di tutti i passeggeri, in particolare di chi viaggia con i bambini.

scompartimento-del-treno-TGV-per-Parigi

mio figlio sul treno TGV per Parigi

noi sul treno TGV per Parigi

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

Matera

Un papà a spasso per l’Italia in tenda da solo con i suoi bimbi

Oggi vi voglio raccontare una bella storia che parla di un’avventura di quelle che si …