Immaginario Scientifico di Pordenone: la scienza per giocare

Pordenone è città d’acqua e di cultura!

Per la cultura, basti pensare alla gloriosa manifestazione libresca Pordenone Legge, che ogni anno a settembre richiama migliaia di visitatori attratti dal nutrito programma di eventi culturali: ma cosa c’entra l’acqua con questa graziosa cittadina del nordest?

Ebbene, il territorio di Pordenone è attraversato da un considerevole numero di corsi d’acqua tra i quali il fiume Meduna e il fiume Noncello.

Nell’800, al tempo della prima rivoluzione industriale la forza delle acque veniva trasformata in forza motrice meglio nota come energia idromeccanica.

Questa premessa è necessaria a quanti vogliano recarsi a visitare lo Science Centre Immaginario Scientifico di Pordenone ospitato negli ambienti di quella che nel 1844 era l’Imperial Regia Filatura e Tintoria di Pordenone.

Un cotonificio, una grande fabbrica che sorgeva poco a nord del centro storico di Pordenone, là dove ancora scorrono le acque limpidissime del Fiume Noncello al centro del parco fluviale omonimo.

Immaginario Scientifico di Pordenone- ingresso

Immaginario Scientifico di Pordenone- interni

 

Come arrivare all’Immaginario Scientifico

Lo Science Centre Immaginario Scientifico di Pordenone si trova in via Vittorio Veneto 31, nel quartiere Torre: dista circa 3 Km dal centro città, quindi è bene raggiungerlo in auto oppure in bicicletta perché in città è attivo un servizio di bike sharing.

Inoltre è possibile andare al museo anche grazie a diverse linee urbane che lo collegano alla centralissima Piazza Risorgimento; tra queste segnaliamo la linea 7 e la linea 5.

Immaginario Scientifico di Pordenone- gravità e forze

Immaginario Scientifico di Pordenone- forze

Orari d’apertura e biglietti

Il museo è aperto solo la domenica con orario continuato dalle 10.00 alle 18.00.

Il biglietto intero costa: 6 €

Il biglietto ridotto per bambini da 3 a 12 anni costa: 4 €

I bambini sotto i 3 anni d’età entrano gratis.

A causa delle restrizioni dovute alla pandemia è bene prenotare la propria visita sul sito Immmaginarioscientifico.it

Immaginario Scientifico di Pordenone- illusioni ottiche

Immaginario Scientifico di Pordenone- movimenti apparenti

Immaginario Scientifico di Pordenone: cosa c’è?

Quanti hanno amato l’Immaginario scientifico di Trieste, a Pordenone troveranno un ambiente più raccolto ma altrettanto interessante con numerosi percorsi interattivi che permettono ai giovani scienziati di entrare in contatto con tutta una serie di fenomeni naturali e con le leggi fisiche che li governano.

L’elenco è lungo: percezioni, specchi, la logica dei rompicapi, luci colori e ombre, vibrazioni e onde, gravità e forze, turbolenze e leggerezze, campi e interazioni….

E poi, tra gli altri: la sfera Fluttuante, il generatore di Van De Graaff, gli spilli magnetici e il caleidoscopio.

Vi interessa l’evoluzione del nostro pianeta?

Sapete che all’Immaginario Scientifico di Pordenone troverete un’interessante installazione che prova a quantificare i 4,3 miliardi di storia del nostro pianeta?

Un motivo in più per fare una visita la prossima volta che vi troverete di passaggio.

Immaginario Scientifico di Pordenone- sale espositive

Immaginario Scientifico di Pordenone- specchi ustori

Immaginario Scientifico di Pordenone- esperimento

Immaginario Scientifico di Pordenone- sfera fluttuante

Immaginario Scientifico di Pordenone- cervello

Immaginario Scientifico di Pordenone- spilli magnetici

Immaginario Scientifico di Pordenone- abisso gravitazionale

Cosa vedere nei dintorni

In estate può essere carino abbinare qualche giorno sulle belle spiagge di Lignano Sabbiadoro che si trova a soli 45 minuti di auto da Pordenone e offre tantissimi svaghi per le famiglie con bambini.

Se volete abbinare un’altra destinazione alla visita dell’Immaginario Scientifico potete visitare Udine, Cividale del Friuli, Grado, Aquileia e Trieste. Alcuni itinerari li trovate qui:

Friuli Venezia Giulia con bambini: Grado, Aquileia, Udine e Cividale

 

Udine vista dal castello

 

 

 

 

 

 

 

 

About Paolo Merlini

Merlini è uno che entra nelle autostazioni come un pellegrino nella cattedrale di Compostela attendendo la benedizione. Come e meglio di Benigni, potrebbe mandare a memoria tutte le sigle delle aziende di trasporto pubblico, dall’Autostradale alla Zani Viaggi, con gli occhi chiusi e con le mani legate, compresi i relativi indirizzi web

Check Also

Grotta-Gigante-Trieste-interno

Grotta Gigante di Trieste: la più grande del mondo a sala unica

Grotta Gigante di Trieste: come funziona la visita, come arrivare, la temperatura, quanto costa, le cose da sapere.

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *