Quanto pagano i bambini in treno? Trenitalia nazionali e regionali, Italo | Italia con i bimbi
Home / Consigli di viaggio / Quanto pagano i bambini in treno? Trenitalia nazionali e regionali, Italo

Quanto pagano i bambini in treno? Trenitalia nazionali e regionali, Italo

In questo articolo abbiamo riassunto le tariffe sui treni italiani per i bambini (0-4 anni, 4-14 anni e dai 15 anni compiuti) e gli sconti per le famiglie offerti da Trenitalia e Italo.

Trovate anche i nostri consigli per risparmiare il più possibile, gli sconti riservati ai ragazzi dai 15 anni in su, le tariffe per i treni regionali con le eccezioni nelle varie regioni e alcuni consigli per i treni internazionali.

Quanto pagano i bambini in treno con Trenitalia

Da 0 a 4 anni

Fino a 4 anni non compiuti i bambini viaggiano gratis ma non hanno diritto al posto a sedere, se il treno è pieno vanno tenuti in braccio. Potete prenotare il posto a sedere per loro solo pagando il 50% della tariffa base come se avessero più di 4 anni.

Da 4 anni a 15 non compiuti

Pagano il 50% della tariffa base (biglietto intero) e hanno il posto prenotato.

Tariffa bimbi gratis

  • Bambini e ragazzi che non abbiano compiuto 15 anni che viaggiano con un adulto pagante biglietto intero (tariffa base) viaggiano gratis e hanno il posto a sedere con la tariffa;
  • Questa tariffa è disponibile fino a 2 giorni prima della partenza ma con un numero limitato di posti disponibili;
  • Vale solo per gruppi da 2 a 5 persone;
  • Non c’è per i biglietti dei treni regionali.

Quanto pagano i bambini in treno con Trenitalia

Come risparmiare con Trenitalia

La tariffa Bimbi Gratis è sempre la più conveniente?

In genere la supereconomy costa meno di tutte.
La tariffa economy conviene solo se viaggiate in 2 adulti con 1 solo bambino, mentre la situazione cambia se i bambini sono 2. In questo caso la tariffa Bimbi Gratis in genere vi fa risparmiare.

Se non sono più disponibili  Supereconomy, Economy e Bimbi Gratis vi può convenire utilizzare Parti Insieme riservata a chi viaggia con un’altra persona.
Attenzione: non si può viaggiare separati. Se per uno dei due si ammala e non può partire, l’offerta non vale più e chi viaggia da solo deve pagare la differenza al controllore.

Ma non ci pensa già il sistema a suggerire il biglietto più conveniente?

Sì, ma non riesce a fare “ragionamenti complessi” come abbinamenti tra vari tipi di tariffe.  

A volte conviene acquistare il biglietto per 1 adulto + quello per 1 bambino con la tariffa bimbi gratis e il biglietto per il secondo adulto singolarmente a tariffa scontata economy.

Noi in alcuni casi lo abbiamo fatto. Specialmente ora che il primo figlio ha compiuto 15 anni e non rientra più nei bimbi gratis (più avanti vedremo che c’è lo sconto anche per i ragazzi).

Se si fanno gli acquisti in due tempi, come si fa ad avere i posti vicini?

Basta mettere il flag sul quadratino “voglio scegliere il posto” e  poi selezionare la carrozza e cliccare sul posto vicino a quello che avete già acquistato la prima volta. Per alcuni treni si paga un supplemento di 2 euro.

Quanto pagano i ragazzi che hanno compiuto 15 anni con Trenitalia

Chi ha più di 15 anni non ha diritto a particolari sconti, a meno che non sia possessore di una Carta Freccia Young.

Assolutamente consigliata a chi ha più di 15 anni e meno di 30: dà diritto a sconti che vanno dal 30% al 50% sulla tariffa base.

Attenzione: il biglietto del ragazzo con la Carta Freccia Young va acquistato separatamente perché dovete fare il login con il suo numero di carta e la sua password.

Noi di solito acquistiamo 3 biglietti insieme (2 adulti + 1 bambino) in supereconomy o Bimbi gratis o Parti Insieme a seconda della disponibilità e poi 1 biglietto singolo per il quindicenne.

Ci sono volte in cui non conviene usare la Carta Freccia Young : ad esempio se partite di sabato ed è disponibile la tariffa 2×1: acquistando i biglietti per 1 adulto e 1 ragazzo di 15 anni si paga 1 biglietto solo invece di 2.

Quanto pagano i bambini in treno con Italo

Anche Italo ha l’equivalente dell’offerta Bimbi gratis di Trenitalia, solo che le condizioni sono leggermente diverse.

Da 0 a 36 mesi

Viaggiano gratis senza il posto a sedere.

Da 36 mesi a 14 anni

Hanno lo sconto solo se acquistate l’offerta Italo famiglia, altrimenti pagano intero. Ad esempio se Italo Famiglia è terminata o se viaggiate di domenica.

Italo Famiglia

  • I bambini da 36 mesi a 14 anni non compiuti viaggiano gratis in ambiente Smart e hanno il posto assegnato;
  • Gli adulti pagano tariffa Flex;
  • Questa offerta è valida per gruppi di minimo 2 e al massimo 4 persone, di cui almeno 1 maggiorenne;
  • L’offerta è acquistabile fino a 2 giorni prima;
  • Sono esclusi i viaggi di domenica.

Offerte Italo Famiglia e sconti per i bambini

Quanto pagano i bambini sul treno regionale?

Per quanto riguarda i regionali la situazione si complica perché i costi variano da regione a regione, quindi non siamo riusciti a fare uno schema. Vi illustriamo quali sono le principali tariffe.

La regola di base valida nella maggior parte delle regioni italiane è la seguente:

  • I bambini fino a 4 anni non compiuti viaggiano gratis ma senza posto a sedere (se volete il posto a sedere per il bimbo potete pagare il biglietto scontato al 50%).
  • I bambini dai 4 ai 12 anni non compiuti pagano il 50% del costo del biglietto (in alcune regione invece dell’età si tiene conto dell’altezza quindi pagano a partire da 1 metro).
  • I ragazzi dai 12 anni in poi pagano il biglietto intero (notate l’età da cui pagano sulle frecce è invece di 15 anni, è facile sbagliarsi).

 treno regionale di Trenitalia

Poi per Lombardia, Campania, Abruzzo, Sardegna e nelle province autonome di Trento e Bolzano ci sono delle varianti o delle regole aggiuntive:

  • Abruzzo: gratis sotto un metro di altezza, accompagnati da un adulto pagante e che non occupino un posto a sedere. Per gli altri vale il 50% del biglietto come nel resto d’Italia.
  • Bolzano: gratis sotto i 6 anni nonché i bambini residenti nella Provincia di BZ che abbiano compiuto i 6 anni ma che non frequentino ancora la scuola dell’obbligo, sempre accompagnati da un adulto pagante e che non occupino un posto a sedere.
  • Campania: gratis sotto i 6 anni, sempre accompagnati da un adulto pagante e che non occupino un posto a sedere.
  • Lombardia: gratis fino ai 4 anni non compiuti accompagnati da un adulto pagante e che non occupino un posto a sedere. Sconto 50%: da 4 a 14 anni non compiuti. Biglietto intero oltre i 14 anni.
  • Lazio – Fiumicino Aeroporto tariffa 1_Ter: i bambini fino a 4 anni non compiuti gratis purché accompagnati da un adulto pagante. Tra i 4 anni e i 12 anni non compiuti viaggiano gratis purché accompagnati da un adulto pagante (1 bimbo gratis per ogni adulto pagante, quindi se 2 bambini viaggiano con 1 adulto, 1 bambino paga).
  • Puglia: gratis fino a 10 anni non compiuti accompagnati da un adulto pagante, a partire dai 10 anni pagano intero.
  • Sardegna: gratis sotto i 6 anni, se accompagnati da un adulto pagante. Se i bambini sono più di uno, l’adulto deve acquistare un biglietto intero ogni due bambini.
  • Trento: gratis sotto i 6 anni accompagnati da un adulto pagante (o con tessere di libera circolazione) e con diritto al posto a sedere, con un massimo di 5 minori di 6 anni per ogni accompagnatore adulto.

Tariffa 14 aree urbane/metropolitane: nelle città di Bari, Roma, Venezia, Palermo e Torino, ove vige la Tariffa 14 Area urbana, non si applica la riduzione ragazzi.



Le nuove regole del biglietto regionale

Il biglietto regionale è stato cambiato da qualche tempo, fate attenzione alle notevoli differenze che ci sono tra un biglietto acquistato in biglietteria e uno acquistato online.

Biglietto per treno regionale acquistato in biglietteria

  • Vale fino alle 23.59 del giorno che avete scelto, per qualsiasi treno regionale su quella tratta.
  • Va timbrato prima di salire a bordo.
  • Vale 4 ore dalla convalida.

Biglietto per treno regionale acquistato online

  • Se lo acquistate online oltre alla tratta dove scegliere anche l’orario di partenza.
  • Se non lo stampate il pdf deve essere visibile su telefonino, Ipad o pc compreso il codice Aztec.
  • È nominativo e non potete anticipare la partenza.
  • Se perdete il treno, potete viaggiare sui regionali successivi entro 4 ore dalla partenza del treno che avevate scelto (es. ho un biglietto per il treno delle 16, posso prendere un altro treno regionale fino alle 20).

Le regole del nuovo biglietto regionale

Offerte stagionali e per famiglie

Tenete presente che Italo fa offerte in alcuni giorni della settimana e in alcuni periodi dell’anno come il Natale.
Vi conviene seguire la pagina delle offerte di Italo se avete in programma un viaggio in una delle città raggiunte da questo treno davvero comodo, ma un po’ costoso. Vi potete anche registrare per ricevere le offerte via email.

Poi c’è l’offerta di Trenitalia per chi viaggia con la famiglia sui treni notturni (anche su cuccette e vagone letto).
Trovate tutte le info sulla pagina di Trenitalia dedicata all’Offerta Famiglia.

In alcuni periodi ci sono offerte per viaggiare illimitatamente sui treni regionali, regionali veloci e metropolitani di Trenitalia indipendentemente dalla stazione di partenza e di arrivo per 3 o 5 giorni consecutivi.

Promo PLUS 3 = 3 giorni. Adulti: 40 euro. Ragazzi tra i 4 e i 12 anni (non compiuti): 20 euro.

Promo PLUS 5 = 5 giorni. Adulti: 60 euro. Ragazzi tra i 4 e i 12 anni (non compiuti): 30 euro.

Treni internazionali

Per quanto riguarda gli Eurocity, sappiate che a volte conviene comprarli sul sito delle ferrovie straniere, anche per le tratte italiane. Ad esempio a noi è successo con l’Eurocity nel viaggio Bologna-Bolzano su Trenitalia costava molto di più che sul sito della OBB: più del doppio. Questo perché OBB offriva un’offerta per i gruppi non prevista su Trenitalia. Tutte le info su Come risparmiare viaggiando in treno.

Se siete interessati a viaggiare in un paese europeo, o attraversare più paesi, vi potrebbe convenire acquistare i biglietti Interrail. Ci sono biglietti che permettono di viaggiare in un solo paese europeo e biglietti con i quali si può girare liberamente per tutta l’Europa (30 paesi). Noi abbiamo fatto quest’esperienza con i nostri ragazzi e l’abbiamo raccontata in Interrail per famiglie come funziona.

Infine, una buona possibilità abbastanza economica per andare a Parigi è quella di utilizzare il TGV, oggi più datato dei treni veloci ma anche molto più economico. Trovate il racconto della nostra esperienza con tutti i link per info e biglietti su Come andare a Parigi in treno. 

bambino in treno

Vantaggi del viaggiare in treno

Per chiudere ci piacerebbe fare una piccola riflessione sul perché viaggiare in treno.
Noi preferiamo questo mezzo, anche se siamo consci del fatto che la famiglia italiana quando va in vacanza predilige l’automobile per comodità e per risparmio. Nonostante ritardi e disavventure che a volte capitano, ci sono dei vantaggi nel viaggiare in treno:

  • risparmio del costo del parcheggio nel centro città (ormai anche i piccoli paesi hanno tutte le zone blu);
  • risparmio del costo del garage dell’hotel (quasi sempre escluso dalla tariffa della camera);
  • evitare le lunghe code in autostrada nei periodi di vacanza e nei fine settimana;
  • facilità di acquisto dei biglietti online comodamente da casa;
  • tariffe scontate acquistando i biglietti con largo anticipo;
  • carrozze comode e wifi a bordo dei treni di ultima generazione;
  • possibilità per i bambini di muoversi, leggere, giocare, fare merenda;
  • riposo per il capofamiglia che normalmente è costretto a guidare mentre gli altri riposano.

Che ne pensate? Avete provato a viaggiare in treno con i bambini? Come vi siete trovati? Vi aspettiamo nei commenti e se questo post vi è stato utile condividetelo con i vostri amici.



About Paolo Merlini

Merlini è uno che entra nelle autostazioni come un pellegrino nella cattedrale di Compostela attendendo la benedizione. Come e meglio di Benigni, potrebbe mandare a memoria tutte le sigle delle aziende di trasporto pubblico, dall’Autostradale alla Zani Viaggi, con gli occhi chiusi e con le mani legate, compresi i relativi indirizzi web

Check Also

orsetto al computer

In casa con i bambini: 10 siti con risorse gratuite per imparare e giocare

In questi giorni ho fatto una piccola ricerca per trovare siti che proponessero attività e …

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *