Home / Friuli Venezia Giulia / Trieste: mangiare, bere e dormire.

Trieste: mangiare, bere e dormire.

Dopo i musei, le chiese, le piazze, i tram, le card… bisogna pensare anche un po’ alla pancia e così siamo arrivati alla lista dei “da non perdere assolutamente a Trieste


1) decidete voi quale sia lo spritz migliore tra quello del Caffè del teatro Verdi in Piazza Verdi 1,  il Caffè degli specchi in Piazza Unità d’Italia o il Caffè Tommaseo in Piazza Tommaseo 4;

2) imperdibile il frappè al Cremcaffè in Piazza Carlo Goldoni 10;

frappè al Cremcaffé

3) per chi ama i gusti della tradizione austroungarica suggeriamo un salto da Pepi Sciavo  per assaggiare le prelibatezze a base di maiale, cibo molto buono anche se i sapori sono abbastanza forti per i bambini e prezzi contenuti;

piatto di maiale da Pepi Sciavo a Trieste

5) Oltre a Pepi Sciavo vi segnaliamo altri due buffet: Nagutta Triestina e Da Robi.
Per chi non lo sapesse, i buffet sono  i locali dove si può mangiare in piedi un panino oppure gustare il misto di maiale bollito e le altre tipicità triestine comodamente seduti ai tavoli spendendo poco.

Buffet Bagutta triestino a Trieste

4) a Contovello sulle prime propaggini del Carso merita una visita la Trattoria sociale di Contovello dove strano ma vero si mangia pesce;

5) si dice che da Zampolli in Via Ghega si mangi il miglior gelato della città;

6) infine se andate a Trieste dovete assolutamente assaggiare i salumi, il formaggio e le uova in una osmiza, il tipico punto di ristoro temporaneo dell’altipiano carsico.

salumi in una osmiza

Osmiza esterno

In effetti ora posso dire che non si può lasciare Trieste senza aver cercato la frasca e la freccia di legno, senza essersi persi per i sentieri del Carso, senza aver trovato un ragazzino che ti accompagna, senza rimanere stupito nel vedere che all’improvviso ti trovi uno spiazzo nel verde da cui magari si vede anche il mare.
L’apertura da tradizione è solo temporanea (era di 8 giorni da cui deriva il nome) quindi meglio controllare sempre sul sito www.osmize.com  quali sono aperte nella giornata in cui vi trovate in città.

Panche in una osmiza a Trieste

 

Per dormire invece è tutta un’altra storia, ad essere onesti Trieste non è una città facile per gli hotel perché molte strutture conservano quel fascino old style che potrebbe anche piacere ai viaggiatori solitari e alternativi, un po’ meno a chi viaggia con la famiglia. Inizialmente siamo capitati in qualche struttura di questo tipo che non ci ha soddisfatti completamente ma poi le volte siamo successive siamo riusciti a trovare il nostro hotel preferito.
Noi quando andiamo a Trieste alloggiamo in un hotel semplice, moderno e comodo, con un buon rapporto qualità/prezzo: il Nuovo Albergo Centro.

Buon weekend a Trieste e se avete suggerimenti su posti dove dormire o dove mangiare scrivetelo nei commenti!

 

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

spiaggia di Lignano Sabbiadoro

Cosa fare a Lignano Sabbiadoro con bambini e ragazzi

Mai pensato di fare una vacanza a Lignano Sabbiadoro? Noi che amiamo il Friuli Venezia …

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *