Focaccia genovese: la ricetta tradizionale | Italia con i bimbi
Home / Viaggi in cucina: ricette italiane / Focaccia genovese: la ricetta tradizionale

Focaccia genovese: la ricetta tradizionale

DALLA LIGURIA

Genova la superba
Più di seicento anni dopo il passaggio di Francesco Petrarca a Genova, che cosa è rimasto veramente di superbo?
La Lanterna? Il pesto? Il Genoa o la Sampdoria? L’acquario?
Ma no, l’unica cosa veramente superba è la focaccia genovese, vero simbolo cittadino più del belin e del mugugno.

Forni e panifici sono meta di un pellegrinaggio quotidiano e non è raro vedere i “focaccia addicted” fare la fila per una razione quotidiana: c’è chi impazzisce per la classica all’olio extravergine di oliva e chi predilige le varianti arricchite con cipolle, olive, zucchine, e perché no, peperoni.

Una cosa è certa: non si può dire di esser stati a Genova se non si è fatta almeno una colazione con focaccia e cappuccino.

Focaccia genovese - con il cappuccino

Ingredienti per una teglia di focaccia

  • 660 gr di farina Manitoba
  • 440 gr. di acqua tiepida per l’impasto
  • 15 gr. di sale fino
  • 1 cucchiaino di zucchero o miele o malto
  • olio extravergine di oliva 50 gr. per l’impasto
  • 25 gr. di lievito di birra fresco
  • sale grosso quanto basta
  • olio 50 gr. da aggiungere sopra
  • acqua 50 gr. da aggiungere sopra

+ Olio per ungere la teglia e per condire quanto basta.

Io avevo solo 300 gr. di Manitoba perciò ho mescolato 300 di Manitoba e 360 di farina 00.

Focaccia genovese - cotta intera

Procedimento

Versate nell’impastatrice o planetaria la farina, il lievito fresco sbriciolato e 220 gr di acqua, poi iniziate ad impastare con la frusta quella da impasti duri fatta a forma di uncino.

Dopo 2 minuti aggiungete gli altri 220 gr di acqua e il cucchiaino di zucchero, quindi continuate ad impastare.
Infine il sale (attenzione a non mettere il sale a contatto diretto con il lievito perché lo blocca e poi l’olio.
Lavorate bene per alcuni minuti finché l’impasto non si stacca dalle pareti e si attacca alla frusta centrale.

Ungetevi le mani e trasferite la focaccia in una ciotola leggermente unta. Lasciate lievitare nel forno spento coperto con una pellicola leggermente unta per non avere problemi poi a staccarla. Deve raddoppiare di volume, ci vogliono circa 2 ore e mezzo / 3 ore.

Ungete bene due teglie piccole o una grande e appoggiate sopra l’impasto. Lasciatelo riposare per 30 minuti poi stendetelo con la punta delle dita partendo dal centro ma senza tirarlo.

In una brocca mescolare con una forchetta 50 gr. di acqua  e 50 gr. di olio, versare una parte di questo liquido sulla focaccia e stendetelo con la mano. Poi con la punta delle dite fare le fossette tipiche della focaccia genovese e cospargete di sale grosso.

Focaccia genovese - impasto lievitato

Focaccia genovese - impasto steso con l'olio

 

Cottura

Cuocete a 210 gradi per 15 minuti nel forno già caldo ma statico (no ventilato).

Sfornate e togliete subito dal testo. Se volete farla lucida potete spennellare con il miscuglio di acqua e olio avanzato.

 

Focaccia genovese - impasto in forno

Focaccia genovese - cotta

Focaccia genovese - cotta e tagliata

Se volete leggere i nostri articoli su Genova, li trovate qui:

10 cose da fare con i bambini nel porto antico di Genova

La città dei bambini di Genova

L’Acquario di Genova

Galata il museo del mare di Genova

A spasso per Genova con i bambini

 

La ricetta che abbiamo utilizzato è del canale YouTube di Giallo Zafferano, se volete vedere il video che spiega ogni passaggio lo trovate qui:

 

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

maritozzi cotti

Come fare i maritozzi in casa anche se non siete esperti

Come fare i maritozzi in casa in modo semplice e alla portata anche dei bambini: ingredienti, procedimento, consigli, cottura, conservazione.

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *