Home / Marche / Il rilascio della tartaruga a Numana: una bella gita per tutta la famiglia

Il rilascio della tartaruga a Numana: una bella gita per tutta la famiglia

La tartaruga un giorno fu un animale che correva a testa in giù…” è dai tempi delle elementari che non riesco a tirar via dalla mente questa canzoncina.


Metti una spiaggia solitaria raggiungibile solo dal mare, una calda giornata di fine luglio, tante famiglie con bambini festanti e una tartaruga: questi sono gli ingredienti di un’indimenticabile giornata al mare.

 Rilascio della tartaruga - arrivo della nave Calypso sulla spiaggia

Quando arrivo a Numana, di fronte alla biglietteria dei Traghettatori del Conero, non so bene a cosa sto andando incontro.
Mi ritrovo in mezzo a tantissimi bambini di tutte le età dall’allegria contagiosa.
Sono le 15.30 e anch’io sventolo con la mano il biglietto per salire sulla Calypso, una delle motonavi che collega Numana alla spiaggia delle due sorelle.

Il blu del mare gareggia con l’azzurro del cielo mentre scivoliamo tranquilli sotto costa godendoci il bianco calcare della falesia sul versante meridionale del Monte Conero.

Rilascio della tartaruga - arrivo dela nave Calypso

Tartaday - Conero

Tartaday - partenza da Numana

Tartaday - partenza da Numana vista sul promontorio

Rilascio della tartaruga - arrivo della nave Calypso sulla spiaggia

 

Sì, ma la tartaruga che c’entra?

A bordo con noi ci sono gli addetti della Fondazione Cetacei di Riccione dove gli animali feriti, spiaggiati o bisognosi di cure, vengono portati dopo il rinvenimento.

Pochi sanno, ed io non ero tra quei pochi, che le tartarughe sono dei rettili e soffrono di ipotermia.
Pertanto, se con l’arrivo dell’autunno si trattengono alle nostre latitudini più del dovuto, rischiano di perdere lucidità da un momento all’altro a causa del repentino abbassamento delle temperature dell’acqua.

Sì, ma ci voleva un ospedale per tartarughe? Che dimensioni ha il fenomeno?

Perché le tartarughe vengono liberate a Numana

Pare che siano tante le tartarughe che ogni anno non ce la fanno a partire per i mari caldi del sud, almeno a giudicare dal fatto che la fondazione si prende cura annualmente di qualcosa come 100 esemplari che, amorevolmente accuditi, vengono fatti svernare nelle strutture attrezzate di Riccione per poi essere rilasciati in mare all’arrivo della bella stagione.

E che c’entra Numana?

L’acqua pulita, le spiagge attrezzate e soprattutto la vicinanza con la spiaggia delle 2 sorelle, il punto più orientale del promontorio del Conero, fanno di Numana “la città delle tartarughe“.

Rilascio della tartaruga spiaggia delle due sorelle - attesa della tartaruga sulla spiaggia

Come funziona il rilascio della tartaruga sul Conero

Mentre termino queste note, il capitano della Calypso ha diretto la prua della barca sulla battigia della lunga spiaggia di ciottoli bianchi che, sotto l’alta falesia a strapiombo, luccicano al sole. Approdiamo e ci caliamo sulla riva come i tigrotti di Mompracem, poi gli addetti al rilascio della tartaruga ci dispongono a semicerchio davanti ad un mare cristallino.

Solo qualche minuto di attesa, l’animale è sbarcato e viene disposto al centro, libero di raggiungere il mare.

Facciamo silenzio per non disturbare la sua passerella.

Rilascio della tartaruga - trasporto della tartaruga

 Rilascio della tartaruga - trasporto della tartaruga sulla spiaggia

Rilascio della tartaruga spiaggia delle due sorelle - trasporto della tartaruga sulla spiaggia

Rilascio della tartaruga spiaggia delle due sorelle - tartaruga sulla spiaggia

Rilascio della tartaruga spiaggia delle due sorelle - tartaruga che scende sulla spiaggia

Rilascio della tartaruga spiaggia delle due sorelle - tartaruga che entra in acqua

Emozionati scattiamo foto e facciamo video… è un attimo: il bell’esemplare velocemente raggiunge il mare, si tuffa e nuota libero per qualche metro. Poi si volta e mette la testa fuori dall’acqua per dare un ultimo saluto a questo branco di bipedi che si sono presi cura di lei nei lunghi mesi invernali.

Scatta un applauso liberatorio e poi, quando la tartaruga ha già preso io largo, tutti in acqua per un bagnetto rinfrescante.

 



 

Ora, mentre intorno alle 18 stiamo per attraccare al porto di Numana ci sentiamo tutti un po’ più buoni perché, è bene sottolinearlo, la metà del prezzo del biglietto dell’intera escursione va alla Fondazione Cetacei (onore al merito dei Traghettatori del Conero, del Comune di Numana, della locale Lega Navale e di tutti gli altri che, senza fini di lucro, si adoperano per gli animali selvatici).

NOTE: la spiaggia delle 2 sorelle è raggiungibile solo via mare perché un’ordinanza ha chiuso il “Sentiero del lupo” (troppo pericoloso e soggetto a frane).

Le date dei rilasci del 2019

GIUGNO 17 – 24
LUGLIO 1 – 8 – 15 – 22 – 29
AGOSTO 5 – 26
SETTEMBRE 2
Per info telefonate allo 071 9331795 oppure scrivete a info@traghettatoridelconero.it

 Tartaday - Spiaggia delle due sorelle mare

Dove acquistare il biglietto per il rilascio della tartaruga

I biglietti per partecipare al Tartaday sono in vendita sul sito dei Traghettatori del Conero.

Il costo del biglietto è di 21,50 euro a persona per adulti e bambini sopra ai 2 anni di età.
La prenotazione è obbligatoria e conviene prenotare un po’ in anticipo perché spesso i biglietti finiscono.

Il biglietto non è economico, ma direi che l’esperienza li vale tutti e già solo per fare il bagno in un mare così io pagherei anche di più, voi no?

Rilascio della tartaruga - Spiaggia delle due sorelle



About Paolo Merlini

Merlini è uno che entra nelle autostazioni come un pellegrino nella cattedrale di Compostela attendendo la benedizione. Come e meglio di Benigni, potrebbe mandare a memoria tutte le sigle delle aziende di trasporto pubblico, dall’Autostradale alla Zani Viaggi, con gli occhi chiusi e con le mani legate, compresi i relativi indirizzi web

Check Also

Fabiana e Patrizio del Giardino delle farfalle di Cessapalombo

Il Giardino delle Farfalle di Cessapalombo

Il giardino delle farfalle di Cessapalombo è uno di quei posti segreti che quando li …

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *