Tre weekend in Lombardia in camper: Valtellina, Valseriana, lago di Idro | Italia con i bimbi
Home / Consigli di viaggio / viaggi in camper / Tre weekend in Lombardia in camper: Valtellina, Valseriana, lago di Idro

Tre weekend in Lombardia in camper: Valtellina, Valseriana, lago di Idro

Molto spesso il noleggio di camper si rivela una scelta più pratica rispetto all’acquisto.

Se lo si usa tutto l’anno allora avrebbe senso averne uno di proprietà, ma se si tratta di usarlo solo per le vacanze estive allora non ha davvero senso. Con un noleggio infatti, si evitano costi vivi come le spese di rimessaggio, l’assicurazione, il cambio delle gomme ed eventuali costi di manutenzione.

Il weekend in camper a noleggio può rivelarsi un buon modo per cominciare a prendere le misure con questo modo di viaggiare e per organizzare una gita fuori porta in totale libertà. Un modo per respirare e per sentire meno lontane le ferie quando sono ancora un miraggio.

Ecco qui tre idee weekend in Lombardia da vivere in camper, all’insegna dell’on the road, in una regione che ha davvero tanto da offrire alle famiglie.

Val di Mello- tuffi bidet contessa

1) Valtellina in camper: Morbegno alla scoperta del Bitto e trekking in Val di Mello

Valtellina è sinonimo di montagne strepitose, di tradizioni antiche, di valli dalla bellezza superba e di una gastronomia ricca. Ricchissima se consideriamo che un buon piatto di pizzoccheri non è degno di questo nome se tra le patate, le erbette e le verze non galleggia un bel po’ di burro.

L’itinerario che vi propongo si suddivide in due parti: una parte culinaria ed una dedicata ai sentieri e alla natura che vi aiuterà a smaltire le calorie prese con bitto e pizzoccheri.

Venerdì tappa gastronomica: l’antica Bottega dei Fratelli Ciapponi

La prima tappa di questo week end in camper sarà Morbegno che vi consiglio di raggiungere il venerdì nel tardo pomeriggio in modo da concedervi del tempo per fare acquisti per il giorno dopo. Morbegno potrebbe essere definita la porta della Valtellina ed ospita ogni anno in autunno la mostra del Bitto.

Il bitto è uno dei re dei formaggi valtellinesi al punto che occupa sempre un posto di riguardo sui taglieri accanto alla bresaola.

Nella versione più giovane è saporito ma piacevole al palato, quando raggiunge stagionature di un certo calibro, diventa più piccante e molto prezioso anche in termini di costo al chilo.
Ma non riuscirete a lasciare la Valtellina senza una bella fetta di questa “condanna” per il colesterolo!

Morbegno è una graziosa cittadina da visitare in libertà passeggiando tra i vicoli, ma ve la segnalo per una vecchia bottega che oltre ad essere un punto di appoggio per gli acquisti gastronomici è un vero e proprio museo.

Si tratta della bottega dell’orologio dei Fratelli Ciapponi  che si trova proprio nel centro storico del paese.

È una drogheria antica che merita di essere visitata perché al suo interno nasconde una sorta di mondo sotterraneo: volte, colonne, ripiani ricavati all’interno della roccia umida dove vengono lasciate ad invecchiare le forme.
Si arriva ad un tempo di stagionatura di 10 anni. Accanto alle forme di bitto ci sono appesi alla volta salumi valtellinesi e sugli scaffali trovate i vini e grappe.

Un trionfo di bellezza e di tradizione dal sapore di un tempo che fu. Antichi oggetti del mestiere, vecchie stadere ed un profumo umido di cantina completeranno l’opera per un’esperienza davvero suggestiva.

Scegliete i pezzi di formaggio esposti che vi verranno tagliati al momento e presentati su un pezzo di tronco affettato per essere un tagliere e poi, con quel vassoio andate alla cassa dove vi verrà impacchettato tutto.

Avete fatto provviste per il vostro week end che si preannuncia davvero strepitoso. Sostate per la notte nell’area sosta Camper Morbegno che si trova in Via del Foss a Morbegno e la mattina, di buon’ora, partite alla volta di una delle più belle riserve naturali della Lombardia: la val di Mello.

weekend in Lombardia - formaggi e salumi

Valtellina- pizzoccheri

Fiera del formaggio Bitto

weekend in Lombardia- formaggio

Sabato e domenica: trekking e relax nella natura selvaggia

La Val di Mello è un piccolo angolo di Paradiso all’interno della Val Masino diventata Riserva Naturale nel 2009.

È stata definita piccola Yosemite Valley Lombarda perché è meta di climber che arrivano anche da tutto il mondo per scalare le pareti di granito dei suoi massi sparsi su tutta la valle.

Uno tra i più suggestivi è il grande Sasso Remenno visibile dalla strada che conduce al paese di San Martino, la porta che conduce alla Val di Mello.

Ma Piccola Yosemite significa anche una natura selvaggia bella da togliere il fiato, ruscelli color smeraldo tra i quali il famoso Bidet della contessa, boschi di conifere, pascoli erbosi delimitati da staccionate di legno, e baite in sasso dove fermarsi a mangiare un buon piatto di polenta con vista sulle montagne innevate.

Val di Mello - ruscelli smeraldo

Dove dormire in Val di Mello con il camper

La val di Mello ha tre campeggi.

Il Camping Sasso Remenno è comodo perché vicino al centro del paese e ai negozi ma lontano dai sentieri.
L’accesso alla Val di Mello è comunque favorito grazie ad un servizio navetta a pagamento (verificare in periodo di COVID).

Il Camping lo Scoiattolo e il Camping Ground Jack si trovano nei pressi della rete sentieristica e quindi sono più distanti dai servizi.

Val di Mello - lago

Cosa fare in Val di Mello

La Val di Mello offre diverse possibilità per le famiglie ed una fitta rete di sentieri da percorrere.

  • Potete semplicemente percorrere il sentiero che porta al famoso bidet della contessa e giocare e rinfrescarvi nell’acqua cristallina. I bambini più coraggiosi possono provare a tuffarsi anche nelle acque che però risultano parecchio gelide visto che sono alimentate dal ghiacciaio. (nel caso portatevi le mute)
  • Camminare fino al piccolo nucleo rurale Cascina Piana (e anche oltre) per ammirare la bellezza delle pareti di granito che dominano la scena e che sono prese d’assalto dagli arrampicatori.
  • Fermarsi nelle baite ad acquistare il formaggio degli alpeggi o mangiare un bel piatto di polenta in uno dei rifugetti che trovate lungo il sentiero.
  • Raggiungere la cascata della Chiusa e farsi bagnare dagli spruzzi.
  • Rilassarsi e godere della bellezza della natura

Val di Mello - sentieri

2) La Val Seriana e Bergamo città dei mille

Bergamo, le sue Valli e i suoi tanti borghi storici meriterebbero molto di più di un week end.
La città è molto vivibile, elegante e si presta per essere visitata completamente utilizzando i mezzi pubblici: bus, trenini ecologici o le due funicolari di città alta.

Le sue Valli offrono montagne dolomitiche che nulla hanno da invidiare alle cugine più famose. Una su tutte?

La Presolana che qui è conosciuta il nome di Regina: la regina delle Orobie che al tramonto sa regalare una Enrosadira da brividi. E poi piccoli paesi inseriti nella lista dei Borghi più belli d’Italia vi catapulteranno in una atmosfera davvero magica che associata ad un buon piatto di polenta o di casoncelli non vi deluderà.

Non è facile scegliere cosa fare in un solo week end in camper in bergamasca ma le cose che io non mi farei mancare sono queste.

Venerdì sera arrivo a Bergamo

Arrivate a Bergamo in città bassa e sostate all’area sosta Città dei Mille.

Si trova a Torre Boldone, in periferia, ma potrete raggiungere con comodità e in modalità green il centro con il circuito TEB, Tramvie elettriche bergamasche che passa proprio fuori dall’area sosta.

Bergamo - Area di sosta città dei mille

Sabato visita della città

A bordo del TEB raggiungete la stazione FS in città bassa ed acquistate i biglietti del bus che portano alla funicolare e salite in città alta per entrare nel cuore storico di Bergamo antica.

Cosa potete visitare a Bergamo in città alta?

  • la Piazza Vecchia con la famosa Fontana del Contarini,
  • il Duomo e la Cappella Colleoni,
  • la Torre civica detta il Campanone che ogni sera alle 22 suona 100 rintocchi,
  • la sala di lettura della biblioteca A.MAj,
  • il Museo di scienze naturali E. Caffi,
  • il Colle di San Virgilio con la seconda funicolare.

Da non perdere: la stracciatella della gelateria la Marianna famosa perché qui è stato inventato questo gusto e il dolce tipico “Polenta e Osei”.

Per un approfondimento potete leggere Bergamo alta con i bambini e il museo di scienze naturali.

Bergamo - Cappella Colleoni

Bergamo - Piazza Vecchia

Bergamo- dolce polenta e osei

Cosa potete fare nei dintorni di Bergamo?

Se a Bergamo alta siete già stati, vi segnalo due esperienze da vivere in zona con bambini e ragazzi:

  • Parco avventura
    Proprio accanto all’area sosta di Torre Boldone c’è uno splendido Parco Avventura con percorsi differenziati a seconda delle età.
    E’ adatto anche ai bambini molto piccoli a partire dai 3 anni: Parco Avventura di Torre Boldone
  • Spa per Famiglie
    Dopo aver lasciato col camper Torre Boldone, dirigetevi verso Gromlongo di Palazzago che si trova a 20km da Bergamo e raggiungete Tata–O family Spa.Si tratta di una struttura con saune e vasche idromassaggio in cui, ad orari e giorni prestabiliti, vengono adeguate le temperature anche alle esigenze dei bambini e si può entrare nella Spa con tutta la famiglia: tuffi, coccole, docce emozionali e vasche con vortici e bolle a misura di piccoli costumi!
    Verificate sul sito di Tata-o le aperture per le famiglie.

Bergamo - Parco Avventura di Torre Boldone

Parco avventura- Torre Boldone

Tata O - vortice

 Tata O - spa per famiglie

Tata O - spogliatoio baby

 

Rientrate in area sosta e partite alla volta del paese di Valbondione che si trova in Val Seriana.
Sostate presso l’area sosta Sabiunet e il giorno successivo godete della bellezza della natura circostante.

Domenica in montagna

L’area sosta si trova nei pressi di un ruscello particolarmente bello per i bambini.

Se vi piace camminare, raggiungete l’osservatorio faunistico Maslana che si trova al cospetto delle splendide cascate del Serio.
Le cascate in genere hanno una portata bassa di acqua ma vengono aperte 5 volte l’anno a date prestabilite.

Se non arrivate in quelle occasioni, tuttavia, salire al borgo della Maslana è molto bello con i bambini perché potreste avvistare con facilità gli stambecchi.

Val Boldione- osservatorio faunistico Maslana

Cascate del Serio

3) weekend in Lombardia sul Lago d’Idro

Pronunci Lombardia e pensi al lago, è innegabile.

Ma accanto ai nomi famosi amati e conosciuti anche oltreoceano come il Lago di Como, ci sono una infinità di altri laghi molto carini e meta ideale di un week end in camper.

Questi laghi minori infatti, sono anche meno frequentati e meno affollati e in tempo di pandemia questo non è un plus da poco.

Uno di questi è sicuramente il Lago d’Idro che si trova nella provincia di Brescia. Un piccolo gioiello che si staglia tra l’azzurro del cielo e il verde delle montagne.

Questo weekend al lago prevede di fare base in un campeggio e di vivere il territorio in relax. Sono tante le occasioni di svago e di divertimento all’insegna della natura e dei bei paesini lacustri.

Dove sostare con il camper

Presso il Camping Pilù che si trova in Via Ventura 4 ad Anfo (BS). E’ un camping verdissimo fronte lago situato proprio nei pressi della spiaggetta di Anfo.

Cosa fare al lago di Idro con i bambini

Se volete riposarvi potete parcheggiare il camper e dimenticarvi del mondo che vi circonda.
I bambini potranno fare il bagno nel lago oppure fare tanti tuffi nelle due piscine del campeggio. Il campeggio dispone anche di una piccola palestra fitness e di spiaggia privata (non attrezzata) o di spiaggia comunale con il bar, il campo di pallavolo e anche i barbecue.

Tramite il campeggio c’è anche la possibilità di frequentare corsi di vela e di windsurf e di noleggiare canoe e motoscafi. E’ possibile anche effettuare splendide escursioni noleggiando le e-bike  per poi pranzare in rifugio giunti a destinazione.

Camping Pilù - Foto credits Camping Pilù
Camping Pilù – Foto credits Camping Pilù
Vista lago d'IDro - Foto Credits camping Pilù
Vista lago d’Idro – Foto Credits camping Pilù

Cosa fare nei dintorni del lago

Ci sono le località rivierasche che con i loro paesini tradizionali, le loro viuzze e i balconcini in legno ruberanno il vostro cuore. Solo per lasciarvi qualche spunto, c’è Anfo famosa per la sua Rocca , c’è Idro ma c’è anche Bondone Baitoni particolarmente amata dagli appassionati del Kite Surf.

Allo stesso tempo ci sono diverse località di montagna che non vi deluderanno per la loro bellezza e per i prodotti tipici della gastronomia. A Baremone potete raggiungere il Forte Cima Ora dal quale si gode di una vista splendida sul lago, a Bagolino potrete gustare il famoso formaggio Bagoss, al Passo Fobbia la gustosa polenta allo spiedo.

Se poi amate le montagne con vette importanti, poco distante trovate il gruppo dell’Adamello e le dolomiti di Brenta che con le loro cime superano i 3000 mt.

E poi, a 100 km da lago d’Idro c’è la Valcamonica famosa per le incisioni rupestri che per i bambini è un’esperienza davvero imperdibile.

Se poi volete sperimentare un po’ di avventura, allora c’è il parco avventura naturale: il famoso Parco delle Fucine di Casto che si trova a poco meno di mezz’ora dal campeggio.

Una splendida area naturale con ferrate libere anche a misura di bambini. Potrete entrare in un canyon imbragati e camminare sospesi sull’acqua affrontando anche ponti tibetani.
In loco vengono noleggiati gli imbraghi e c’è anche un percorso dedicato ai piccolissimi.



Parco Fucine Casto- ferrate per bambini

Parco Fucine Casto- passerelle

In alternativa ci sono tanti sentieri facili, il percorso nel bosco dedicato alle antiche fucine, un rifugio dove pranzare ed un piccolo laghetto dove rinfrescarsi nelle giornate di caldo.

Parco Fucine Casto- sentieri

Tutte le aperture dei campeggi e dei luoghi da visitare suggeriti in questo articolo sono da verificare prima della partenza a causa dell’emergenza Covid.



About Daniela Scerri

Moglie, mamma, insegnante. Amante dei viaggi in camper con una particolare predilezione per la montagna in versione avventura: vie ferrate, ciaspolate, escursioni con notti in rifugio e tanto tempo trascorso coi bambini come accompagnatrice CAI di Alpinismo Giovanile. Il camper diventa il mezzo che permette a me e alla mia famiglia di rincorrere i nostri sogni. Li trovate tutti (o quasi) raccolti nel mio blog Duepertrefacinque.it

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *