Bosco della difesa – Pescasseroli

È senza dubbio una delle zone più belle dell’Appennino Centrale: una grande area naturalistica ricca di camminate facili alla portata anche dei piccoli camminatori.

La Defensa, come la chiamano ancora oggi gli abruzzesi, è sempre stato un vasto pascolo alberato che si estende su una superficie di circa 965 ettari all’ombra del Monte Tranquillo.

Un territorio con percorsi ombreggiati caratterizzati da modesta altimetria: una buona rete sentieristica adatta ad essere percorsa, oltre che a piedi, anche in MTB e a cavallo – vedi sotto le passeggiate con accompagnatori dell’Agriturismo Maneggio Valle Cupa –.

D’inverno poi, i sentieri principali si prestano alle ciaspole e allo sci di fondo.

Più in generale, la Defensa, luogo magico immerso in una faggeta secolare dove abbondano alberi che superano i 300 anni.

Bosco della difesa - monte

Come arrivare al Bosco della Difesa

A circa 300 metri dal Centro Visita di Pescasseroli, nel punto in cui la S.S. 83 lascia l’abitato di Pescasseroli dirigendosi verso il paese di Opi, la Val Fondillo, la Camosciara e le altre località marsicane, da una rotonda si stacca via Fontana della Difesa che porta all’Agriturismo Maneggio Valle Cupa.

Proseguendo ancora per qualche centinaia di metri si raggiunge la località Bocca del Petroso, ingresso C del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Qui è possibile lasciare l’auto all’interno di un ampio campo incolto che funge da parcheggio.

La località Bocca del Petroso è a meno di 1,5 Km dal Centro Visita di Pescasseroli, quindi perfettamente raggiungibile anche a piedi.

Bosco della difesa - strada del sentiero C 2

I sentieri del Bosco della Difesa

Il sentiero C 1

Il Sentiero C1 si avvia da Bocca del Petroso e raggiunge il valico di Forca d’Acero. Il tempo di percorrenza di questo sentiero è di 3 ore 50 minuti, ma lo utilizzeremo solo per arrivare alla partenza del sentiero C2 che è alla portata di tutti.

In pratica, lasciata l’auto ci si avvia lungo una carrareccia chiusa al traffico veicolare che ben presto entra nel bosco raggiungendo, dopo meno di 2 Km, la Fontana della Difesa un ampio abbeveratoio.

Bosco della difesa - sentiero C 1 - casetta

Bosco della difesa - sentiero C 1 -

Bosco della difesa - Sentiero C 1 albero

Bosco della difesa - sentiero C 1 bicicletta

Bosco della difesa - fontana della difesa -

Bosco della difesa - fontana della difesa

Il sentiero C 3 e la Baita di Padre Terzi

Superato il fontanile, dal Sentiero C1 si stacca, sulla sinistra il Sentiero C3 che conduce al Santuario di Monte Tranquillo parte da Fonte della Difesa e arriva a Vallone Capo d’Acqua. Il tempo di percorrenza è di 4 ore e 40 minuti, sicuramente non praticabile con bambini.

Da sapere però che all’inizio del Sentiero C3, poche centinaia di metri a monte dalla Fontana della Difesa, si trova la Baita di Padre Terzi gestita dal Gruppo Alpini di Pescasseroli (per informazioni sull’utilizzo della struttura per le grigliate chiamare Luigi Ursitti telefono 3496454384).

Bosco della difesa - Baita Padre Terzi

Il sentiero C 2 e ArteParco

Superato il bivio a sinistra con l’avvio del Sentiero C3, procedendo per 500 metri circa, troviamo sulla destra, in corrispondenza di un tornante, un cancello verde col cartello che indica l’inizio del Sentiero C2.

Questo è un percorso ad anello che attraversa i pascoli di Macchia della Rocca e lambisce la faggeta di Coppo del Principe, una delle 5 faggete vetuste del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise entrate a far parte del patrimonio mondiale UNESCO nel luglio 2017.

Questa passeggiata alla portata di tutti attraversa, con un’altimetria irrilevante, radure e boschi dove abbondano faggi capitozzati, ovvero dalla singolare forma a candelabro ottenuta con ripetute potature.

Il Sentiero C2, oltre ad essere adatto alle famiglie, presenta al suo interno anche un interessante itinerario artistico: ArteParco.

Sono istallazioni d’arte contemporanea perfettamente integrate nel contesto naturale circostante. La più suggestiva è di certo Un tempo è stato, l’opera del maestro Alessandro Pavone: una mano gigante tesa verso lo spettatore che passa e va.

Bosco della difesa - mano sentiero arte parco

Bosco della difesa - sentiero arte parco

Bosco della difesa - animale vegetale il cuore

Bosco della difesa - c2 albero

Bosco della difesa - alberi sul sentiero C2

Bosco della difesa - albero sentiero C 2

Gite a cavallo e in MTB

L’Agriturismo Maneggio Valle Cupa (via della Difesa Monte Tranquillo; Telefono: 0863 910444) propone passeggiate a cavallo con accompagnatori, lezioni di equitazione, trekking a cavallo che possono superare anche i 5 giorni, diventando veri e propri viaggi.

Inoltre, da aprile ad ottobre, la struttura propone anche gite in MTB effettuate con istruttore tecnico federale.

Bosco della difesa - a cavallo

Gite in e-bike

Wildlife Adventures (largo Molinari – tel. 0863 399696), tra i più noti tour operator di Pescasseroli organizza, da aprile ad ottobre, escursioni di gruppo in e-bike da Pescasseroli al Santuario del Monte Tranquillo attraversando le faggete di Macchiarvana e di Camporotondo.

I tour, della durata di 4 ore, e con una lunghezza di circa 30 Km, affrontano un dislivello di circa 500 metri, più che accettabile se si cavalca una biciletta a pedalata assistita.

Queste pedalate nella natura sono aperte a ciclo-escursionisti di media capacità tecnica ma potrebbero essere una buona idea per un’esperienza da fare con i ragazzi più grandi.

 

Bosco della difesa - biciclette

Per scoprire le altre passeggiate e attività per famiglie nella zona di Pescasseroli potete leggere: Pescasseroli con bambini e ragazzi

 

 

 

 

About Paolo Merlini

Merlini è uno che entra nelle autostazioni come un pellegrino nella cattedrale di Compostela attendendo la benedizione. Come e meglio di Benigni, potrebbe mandare a memoria tutte le sigle delle aziende di trasporto pubblico, dall’Autostradale alla Zani Viaggi, con gli occhi chiusi e con le mani legate, compresi i relativi indirizzi web

Check Also

Cascata della Morricana

Al Ceppo: arrosticini, campeggio, bosco del Martese e cascata della Morricana

Cosa fare al Ceppo: passeggiare nel bosco Martese, cuocere gli arrosticini al rifugio, dormire nel campeggio, andare alla Morricana.

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *