Home / Weekend / Weekend in Italia: idee e itinerari per famiglie

Weekend in Italia: idee e itinerari per famiglie

A pensarci bene le idee per i weekend in Italia con la famiglia sono praticamente infinite.

La primavera è alle porte e ogni famiglia di viaggiatori che si rispetti comincia a fare l’elenco delle gite fuoriporta per i prossimi weekend. Posti dove siamo già stati, posti ancora da scoprire, non fa differenza, la gioia della partenza sarà sempre la stessa.

Perchè come ci ha insegnato Josè Saramago:“La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva…” (da Viaggio in Portogallo).

Divisi per regione i nostri itinerari per i fine settimana di primavera e inizio estate, trovate i link agli articoli di approfondimento nelle parole evidenziate in azzurro.

Se poi la grammatica di ogni weekend in famiglia è fatta di desideri, il viaggio si articola con un lessico comune, potete scoprire i vari modi di dire e le parole chiave di ogni zona in questo articolo dedicato alle vacanze in Italia.
In fondo vi trovate anche i collegamenti per i voli per le principali città italiane. Ma prima venite con noi a scoprire il nostro alfabeto turistico!

Rocca di Calascio

A come ABRUZZO

Rocca di Calascio, Santo Stefano di Sessanio, Campo Imperatore e L’Aquila

Dove sta la Rocca di Calascio? Vi ricordate il castello dove girarono Ladyhawke?
A pochi chilometri da l’Aquila, sotto Campo Imperatore e sopra Santo Stefano di Sessanio, sorge il rudere di un antico maniero con tanto di anessa guarnigione, oggi nata a nuova vita come una specie di albergo diffuso gestito dagli inossidabili Paolo e Susanna.

Un consiglio: non perdete l’alba dalla Rocca, la foschia si ferma pochi metri più in basso, mentre sui merli del castello già batte il sole e l’orizzonte si apre su tanti cuccuzzoli che sembrano navigare su un mare di nuvole.
Sembra che la foto di copertina del famoso libro di Paolo Rumiz La leggenda dei monti naviganti sia stata presa proprio dalla Rocca di Calascio all’alba.

Le Grotte di Stiffe, il Lago di Sinizzo, l’Altopiano delle Rocche e il Castello di Celano

Sempre a pochi chilometri da l’Aquila, imperdibile è la visita guidata alle Grotte di Stiffe. Si tratta di una risorgenza del fiume che riemerge dentro alle grotte carsiche dopo aver percorso un tratto sotto la montagna. Potrete ammirare stalattiti, stalagmiti e scenografiche cascate.

Noi associamo le grotte ad un angolo di paradiso poco conosciuto da chi non è abruzzese: il Lago di Sinizzo.
Un laghetto balneabile alimentato da un’acqua addirittura potabile, vera e propria oasi verde per tutta la famiglia.
In entrambi i siti trovate un parco giochi e aree picnic attrezzate, oltre alle immancabili postazioni per grigliare gli arrosticini simbolo dell’Abruzzo.

Durante il vostro weekend potete raggiungere anche il vicino Altopiano delle Rocche e i paesi di Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo e Ovindoli.
Scendendo verso Avezzano sulla statale Tiburtina Valeria, consigliamo una sosta al Castello di Celano.

Lago di Sinizzo

BASILICATA

Matera

Per tutto il 2019 sarà Capitale Europea della cultura, con eventi inclusivi per tutta la comunità locale, grande esperimento sociale ben riuscito fondato sulle tradizioni e la bellezza di questa città scavata nella roccia.

Ma come arrivare a Matera? Potete prendere il treno delle ferrovie FAL ferrovie Appulo Lucane: la linea risale la Murgia correndo parallelamente alla Statale 96 Barese. Terra rossa in un mare di ulivi secolari fino ad Altamura e poi un ultimo indimenticabile tratto fino alla città di pietra.

Matera

CAMPANIA

Napoli e la Reggia di Caserta

Il Vanvitelli fece tanti lavori ad Ancona per conto del Papa, poi vista l’ingratitudine della cittadinza, decise di andare a lavorare per i Borbone e diede vita ad una reggia forse più bella di quella di Versailles: la Reggia di Caserta.

Sono migliaia i visitatori che ogni anno sono attratti da questa meraviglia italiana a due passi da Napoli.
Al suo interno i famosi giardini hanno sempre un lato in ombra dove i bambini possono scorazzare in libertà gustandosi un gelato nel chiosco/bar.

Napoli capitale del Mediterraneo, la città di Pulcinella, della pizza margherita, del Vesuvio e di Posillipo, ha tanto da offrire anche per i più piccoli. A Bagnoli, dove un tempo si faceva l’acciaio, oggi sorge la Città della Scienza che con la mostra permanente sul corpo umano e il bellissimo spettacolo del Planetario non vi deluderà.
Se vi prende voglia di andare a Ercolano e a Pompei, sappiate che è comodo arrivarci con la Circumvesuviana come abbiamo fatto noi. Non perdete il MAV museo archeologico virtuale ad Ercolano.

Reggia di Caserta

EMILIA ROMAGNA

Ravenna e Mirabilandia

La città dei mosaici merita almeno una giornata intera e dopo aver fatto questa full immersion nell’arte bizantina di Ravenna, rendete felici i vostri figli portandoli nel famoso parco di Mirabilandia. Piace molto ai ragazzi più grandi, ma è adatta anche ai più piccini l’area Bimbopoli, una delle più grandi dedicate ai bambini nei parchi europei.

Bologna, Ferrara e il museo del Gelato

Bologna la grassa, la dotta, Parigi minore, ogni volta che ci andiamo ci sembra più bella.

La vocazione turistica di questa città è sempre più evidente: sapevate che si può salire a San Luca con il trenino turistico?
Non perdete il Museo della Storia e fate un salto alla Biblioteca della Sala Borsa nella centralissima Piazza Nettuno.

Per i più piccoli, a pochi chilometri da Bologna, c’è il Museo del Gelato con tanti laboratori per famiglie.
Se avete tempo da Bologna potete spostarvi nella bella Ferrara, città rinascimentale famosa per il Castello estense e la buona cucina.

Piazza Maggiore - Bologna

FRIULI VENEZIA GIULIA

Trieste, Udine e Cividale

Che Trieste fosse una città adatta ad un weekend con i bambini non lo sapevamo nemmeno noi e invece ci ha stupito con le tante cose da fare e vedere con loro: la Grotta Gigante, il L’Immaginario Scientifico e il Castello di Miramare, l’Acquario, il Tram di Opicina, il Museo di Storia Naturale e il Museo Ferroviario.

A Udine dovete andare per fare il giro delle osterie, assaggiare il prosciutto San Daniele e prendere l’aperitivo in Piazza delle Erbe, il salotto a cielo aperto della città. Poi col trenino della ferrovia Udine-Cividale  raggiungete il piccolo borgo di Cividale dove, dopo aver attraversato il Ponte del Diavolo alto sulla gola del Natisone, potrete gustrvi un meritato Frico.

Castello di Miramare Trieste

LAZIO

Roma e i parchi di divertimento della capitale

La città eterna non è solo Colosseo, Fontana di Trevi, Altare della Patria, Fori Imperiali… per chi viaggia con i bambini Roma è: Explora, Bioparco, Tecnotown, Teatro San Carlino, Villa  Borghese, Vigamus, Cinecittà, Museo di Zoologia e tanto altro.

Sapevate poi che la città vanta anche molti parchi a tema: Luneur, Zoomarine, Cinecittà World,  Rainbow Magicland sono tutti nei dintorni.

Museo Explora Roma

LIGURIA

Genova, Boccadasse e l’Acquario

Genova è per eccellenza la meta per un weekend con bambini: l’Acquario e tutta l’area del Porto Antico costituiscono un vero parco tematico dislocato in pieno centro città. Se non riuscite a fare tutto, non perdete questi tre: l’Acquario, Galata il Museo del Mare e La città dei bambini.

Sanremo e la Pista Ciclo-Pedonale del Parco Costiero Riviera dei Fiori

Ponente o Levante? Perchè non esplorare il Ponente ligure grazie alla ciclabile ricavata da un’antica sede ferroviaria?
La Pista Ciclo-Pedonale del Parco Costiero Riviera dei Fiori è tutta in pianura e va da San Lorenzo al Mare fino a Ospitaletti (Sanremo). In pratica un paradiso per le famiglie a due ruote.

 Porto Antico di Genova

LOMBARDIA

Lago d’Iseo

Iseo è collegata a Brescia dalla ferrovia della Val Camonica dove oggi corrono i convogli di Trenord.
Il lago d’Iseo è la meta perfetta per una gita in famiglia, dal porticciolo partono i collegamenti per Monte Isola, la montagna al centro del lago. I caratteristici borghi sono tutti da visitare a piedi o in autobus, dal momento che da sempre l’uso delle automobili private è interdetto sull’isola.

Lago di Como

Ad un’ora da Milanoc’è la bella Como, un tempo famosa per la sua industria tessile, si è sempre contraddistinta per l’eleganza urbana, ancora fruibile dai turisti nei numerosi negozi, ristoranti e caffè del centro.
Immancabile la gita sul lago, vicino al parco giochi c’è l’imbarcadero, da dove partono i battelli per Cernobbio, Montrasio, Torno e Bellagio.
Piacerà poi ai bambini prendere la funicolare per raggiungere il paesino di Brunate (700 m.s.l.): in 8 minuti sale su una pendenza del 50%!

Milano

Solo per visitare il Museo della Scienza Leonardo Da Vinci ed entrare nel sottomarino Enrico Toti, varrebbe la pena portare i bambini a Milano.
Per i più i piccoli c’è un’esperienza da vivere insieme ai genitori, cellulare spento si gioca a riciclare tutti insieme al MUBA (museo dei bambini di Milano).

In una bella giornata di sole al Parco Sempione si gioca all’aperto, nelle vicinanze si possono visitare l’Acquario Civico e il Castello Sforzesco.

Bergamo, Aquaworld Concorezzo e Leolandia

Facendo base nell’affascinante Bergamo alta potete organizzare un weekend molto ricco tra il Parco di divertimenti Leolandia e il parco acquatico Aquaworld di Concorezzo. Tutto molto vicino e raggiungibile in pochi minuti di auto da Bergamo, dove tra l’altro non mancate una visita al Museo di Scienze Naturali e una corsa sulla funicolare.

Acquaworld Concorezzo

MARCHE

Giardino delle Farfalle, Lago di Fiastra e Sibillini e Abbadia di Fiastra

Uno dei posti più impensabili che potete trovare nell’entroterra maceratese è senza dubbio il Giardino delle Farfalle, un esperimento naturalistico che vuole ricreare l’habitat naturale per le farfalle autoctone attraverso la vegetazione. Lo potete abbinare al vicino Lago di Fiastra, balneabile, e a qualunque ecursione sul versante nord orientale del Parco dei Sibillini.
L’Abbadia di Fiastra, invece è molto vicina a Macerata, è un’oasi verde dove trascorrere qualche ora in completo relax nella natura.

Ascoli Piceno e Fritto Misto

La città di travertino è sempre una meravigliosa scoperta per chi non c’è mai stato, arrivate in Piazza del Popolo e lasciatevi incantare da tanta bellezza. Ad Ascoli Piceno se potete, andateci in maggio, durante l’evento Fritto Misto per gustare a pieno le rinomate olive all’ascolana e gli altri prodotti tipici della cucina marchigiana.

Castello di Gradara, Urbino, Urbania e Museo del Balì

Vi ricordate di Paolo e Francesca, gli amanti danteschi? Il Castello di Gradara è dove Dante ambientò la famosa storia d’amore tra i due cognati, probabilmente realmente esistiti.
Urbino non è particolarmente attraente per i bimbi, ma una visita al Palazzo Ducale non la potete mancare, poi per compensare, portateli al Balì, il museo della scienza sulla via di ritorno verso la costa pesarese. Il Museo si trova a Saltara ed ha anche un bel planetario con osservatorio astronomico ma è aperto solo in alcune giornate, controllate il calendario.
Infine, se volete vicino Urbino, c’è anche Urbania (perdonate il gioco di parole), famosa per le sue ceramiche e per essere la sede di una famosa festa dedicata alla Befana, la sua casa si può visitare tutto l’anno e c’è anche una bella passeggiata da fare in primavera e in estate: il Bosco dei Folletti.

Conero e le Grotte di Frasassi

Il promontorio del Conero, visto da sud, assomiglia ad una grande balena bianca spiaggiata con la testa rivolta verso il largo. Alla base delle sue falesie le spiagge sassose più belle delle Marche aspettano in ogni stagione i turisti.

Molti i sentieri del parco per le escursioni e l’habitat così incontaminato da essere stato scelto come luogo di rilascio delle tartarughe marine dopo le cure (controllate il calendario dlele date di rilascio).

Da Ancona le Grotte di Frasassi non sono mica lontane: una quarantina di minuti di strada a scorrimento veloce e sei già dentro l’Appennino, pronto per visitare questa enorme meraviglia della natura.

 Grotte di Frasassi

PIEMONTE

Torino

La città del gianduiotto nasconde un’anima turistica ancora poco nota: a Torino trovate, non solo bei negozi e ritoranti di ogni tipo, ma anche il Museo Egizio, il Museo del Cinema con tanti laboratori per i più piccoli, il Museo dell’automobile, il Parco del Valentino e il Borgo Medievale, il Museo della Juventus e la Tranvia Sassi-Superga dove la lapide del grande Torino, entrambe mete di pellegrinaggio costante di tanti tifosi da ogni parte d’Italia.

Museo delll'automobile di Torino

TOSCANA

Firenze, Prato e Parco Pinocchio

Per visitare il celebre parco di Pinocchio e il Giardino Garzoni una buona base è Firenze ma anche Parto potrebbe essere una valida alternativa dove dormire e visitare il Museo del Tessuto.
A Firenze avrete tanto da fare e da vedere perchè ogni museo organizza laboratori e visite guidate per i bambini.

Chianciano e Siena

Se amate le terme a Chianciano hanno pensato alle famiglie con bambini piccoli, creando una zona attrezzata per loro sia all’interno che all’esterno presso le belle piscine termali Theia.
Da vedere nei dintorni senz’altro Siena, la città del palio e di tante specialità culinarie.

Arezzo e Rapolano Terme

Sempre in tema weekend dedicati al benessere, sono molto graziose e curate le Terme San Giovanni a Rapolano con un’area aperta a tutti con biglietto giornaliero e una più tranquilla riservata ai clienti dell’hotel annesso.
In abbinamento potete visitare Arezzo famosa per la mostra dell’antiquariato e per la Giostra del Saracino che si sovlge due volte all’anno.

Pisa e Livorno

Gemelle diverse, queste due città non sono esattamente a misura di bambino, eppure ve le proponiamo come idea weekend perchè hanno tanto da offrire ai turisti curiosi e di mente aperta.
La Torre di Pisa è un grande classico, ma il nostro consiglio è quello di visitare Campo dei Miracoli con una guida che vi illustri la storia e le curiosità di questo polo artistico che tutto il mondo ci invidia.
Livorno, la città meno toscana dell’intera regione, vi aspetta per una gita in barca sui fossi medicei che sbucano all’interno del porto, una visita al suo bell’acquario e una capatina al ristorante per assaggiare il caciucco e la torta di ceci.

Torre di Pisa

UMBRIA

Perugia e il museo del cioccolato

La patria del cioccolato vi consigliamo di visitarla in un periodo diverso dalla grande kermesse dedicata al cibo degli dei, potrete comunque dedicarvi ad assaggiare la specialità perugina andando al Museo del cioccolato che si trova proprio nel capoluogo umbro.
Per qualche ora di gioco all’aria aperta c’è anche il Parco di divertimenti un po’ retrò La Città della Domenica che insieme al piccolo museo della Scienza Post completano l’offerta di Perugia per i bambini.

Una chicca: i veri golosi possono dormire all’hotel del Cioccolato e gustare la colazione e la cena a tema.

Alta Valle del Tevere

Se siete alla ricerca di un finesettimana immersi nella natura, magari rilassandovi in un agriturismo, potete optare per l’Alta Valle del Tevere, dove tra piccoli borghi medievali, abbazie, castelli, allevamenti di alpaca, lombrichi felici e un’enogastronomia indimenticabile, trascorrerete qualche giorno in spensieratezza, facendo stare i bambini a contatto con flora e fauna. Altri spunti per visitare questa zona li trovate anche su Weekend in Umbria con bambini, dove andare.

Cascata delle Marmore, Spoleto e Norcia

La cascata più famosa d’Italia sgorga nel cuore verde dell’Umbria, a pochi chilometri di Terni, ed è la meta ideale per un weekend di primavera.
Tre salti su un dislivello di 165 metri, tanti percorsi e punti diversi di osservazione, una grande area picnic ben organizzata per accogliere l’enorme mole di turisti che la visitano ogni giorno.
Tutte le informaizoni su come vestirsi, gli orari di chiusura delle acque e i percorsi li trovate in Cascata delle Marmore.

Terni è alla fine della Valnerina sulla quale affacciano anche Norcia e Cascia, altre tappe di un itinerario che potrebbe includere anche Spoleto.

Cascata delle Marmore

VENETO

Venezia

La Serenissima è sinonimo di un’avventura faticosa per i genitori con bambini piccoli, al contrario per quelli che già sono autonomi e disposti a camminare su e giù per le calli, diventa un’esperienza indimenticabile.
Tappe obbligate sono: il Palazzo Ducale con le prigioni, il Ponte dei Sospiri, il Museo di Storia Naturale, il Ponte di Rialto, assistere alla lavorazione del vetro nei laboratori artiginaali di Murano.
Trovate tutto in Come sopravvivere ad un viaggio a Venezia con i bambini.

Cortina d’Ampezzo in bassa stagione

Da Venezia in sole due ore si arriva a Cortina D’Ampezzo in autobus e la regina delle Dolomiti merita una visita anche in bassa stagione quando i prezzi degli hotel sono accessibili anche alle famiglie.

Tante le passeggiate che si possono fare nei dintorni come il Museo a cielo aperto della Grande Guerra alle Cinque Torri, il Sentiero dei pianeti e il Sentiero dell’universo sulla Freccia del Cielo, il Lago di Misurina, le Tre Cime di Lavaredo, perfino la Val Pusteria che è davvero molto vicina.

Verona e le terme Aquardens

La città del pandoro e degli innamorati è la meta ideale per un weekend con la famiglia: grande centro storico pedonalizzato, ristoranti, negozi, scenografiche piazze e poi l’Arena di Verona e la Casa di Giulietta.
A meno di trenta minuti di auto potete trascorrere una giornata nelle magnifiche terme Aquardens, tra le più belle che abbiamo visitato in Italia.

Aquardens terme di Verona

VENETO/LOMBARDIA

Lago di Garda, Parco Sigurtà, Mantova, Gardaland e Sirmione

Il Lago di Garda è un grande classico per i weekend di primavera, considerato dai tedeschi il mare più vicino alla Gemarnia, è un enorme villaggio turistico a cielo aperto dove oguno trova il suo spazio per divertirsi.
Le famiglie naturalmente vanno a Gardaland, il più grande parco di divertimento italiano, ma merita senz’altro una visita anche il Parco Sigurtà che con i suoi giardini, fiori dai millecolori e labirinti si può visitare con un divertente trenino.
A Gardaland in genere si abbina una passeggiata nella bella Sirmione con tanto di giorbnata alle terme. Oppure da Peschiera è facilissimo raggiungere Mantova dove vi aspettano le gite in barca sul Mincio e la visita alla città di Nuvolari.
Le due città sono collegate da una splendida pista ciclabile che da Peschiera arriva fino a Mantova sull’argine del fiume che noi abbiamo testato per una buona metà con i nostri figli, arrivando fino a Borghetto.

Parco Sigurtà

Altre idee di viaggio con la famiglia, partendo dai musei più adatti ai bambini, li trovate in questo articolo riassuntivo dedicato ai principali Musei per bambini in Italia. Se invece siete interessati alle città italiane, le trovate nell’articolo dedicato alle vacanze di Pasqua.

 

 

 

 

 

About Luisa Roncarolo

E’ più facile dire quello che non sono, piuttosto che quello che sono diventata. Non sono single, non sono trendy e non sarò mai una fashion blogger. Non fotografo tutto quello che mangio e non ho il fisico per i viaggi estremi. Non amo le automobili, preferisco i treni e quando posso vado in bicicletta. La mia famiglia viaggia sempre con me e questo voglio raccontare.

Check Also

Castello della Verrucola

Visitare la Lunigiana con bambini

Visto che noi viaggiamo tanto ma non possiamo arrivare dappertutto, ho chiesto ad un’amica di raccontarci …